Tutte 728×90
Tutte 728×90

Toscano: “Un successo che è frutto dello spirito vincente di questa squadra”

Toscano: “Un successo che è frutto dello spirito vincente di questa squadra”

“Giusta tensione e grande mentalità. Bene i nuovi, il gruppo li sta aiutando e loro si sono inseriti senza problemi”.

toscano3.jpgPrestazione e classifica strizzano l’occhio al Cosenza di Mimmo Toscano, ancora vittorioso contro una Vibonese ben messa in campo e mai doma. Il trainer dei rossoblù, in sala stampa, analizza con la solita lucidità la partita e il momento della sua squadra, elogiando ancora la mentalità di un gruppo che ha fame di vittorie e voglia di non mollare la testa della classifica. “Abbiamo tenuto alta la concentrazione, senza mai strafare e con uno spirito che è la nostra vera arma in più. Non era facile fare risultato oggi, perché la Vibonese ha espresso un buon calcio e una organizzazione di gioco. Inoltre, i nostri avversari, giocando praticamente senza punte, erano costretti a costruire fraseggi veloci 
e la nostra bravura è stata quella di non mollare la zona nevralgica del campo, riuscendo a sprecare pochi palloni con giocate elementari e sempre efficaci. Nel primo tempo non riuscivamo bene a prendere le misure agli avversari, ma nella seconda frazione siamo riusciti a imprimere il nostro marchio e a portarci in vantaggio. La partita poteva anche finire con un punteggio più alto ma è giusto riconoscere che loro non hanno demeritato”. Il “marchio” come lo chiama Toscano, rossoblù, lo hanno impresso anche i nuovi acquisti, due dei quali hanno realizzato le reti del due a zero finale, e il mister elogia le loro prestazioni e la compattezza dello spogliatoio. “Non posso che essere felice e posso solo ben sperare per il futuro, perché i nuovi innesti sono riusciti ad inserirsi al meglio. Merito anche del gruppo, che fin da subito li ha accolti e aiutati ad integrarsi al meglio nel nostro collettivo”. Battisti e Mortelliti hanno firmato la vittoria che porta il Cosenza a quattro punti di distacco da Gela e Catanzaro. Un buon margine per il mister che indica la linea guida da seguire per arrivare in testa alla fine del torneo. “Noi siamo la capolista, ragion per cui dobbiamo pensare e vivere le prossime partite da prima in classifica. Quattro punti sono importanti, ma non dobbiamo pensare alle inseguitrici, perché se riusciamo a mantenere la mentalità vincente che da Spoleto ci sta accompagnando, sarà difficile per chiunque starci dietro”. Se lo dice un allenatore che da due anni è primo in classifica, c’è sicuramente da ben sperare. (Francesco Palermo)

 

Related posts