Tutte 728×90
Tutte 728×90

Panico: “Cosenza, quanti ricordi”

Panico: “Cosenza, quanti ricordi”

L’ex portiere rossoblu è rimasto molto legato alla città dei bruzi: “Come dimenticare il coro dei tifosi”. E sulla squadra di Toscano: “E’ la più forte del girone”. 

panico.jpg“Scene i Panico” gli gridavano i tifosi. Un ritornello che Andrea Panico (fotorosito) non ha dimenticato. L’ex portiere rossoblu è rimasto molto legato alla città e soprattutto alla tifoseria. “Cosenza la porto nel cuore. All’andata ricordo l’applauso con cui sono stato accolto. Non potrò mai dimenticare i tifosi e quel coro personalizzato”. Panico oggi difende la porta della Vigor Lamezia e domenica da ex, insieme a Sanso e Di Donato, affronterà la capolista. Per lui sarà come ritornare indietro nel tempo. “Ricordo che quando arrivai a Cosenza, il primo anno, trovai una situazione drammatica. La città era divisa tra due squadre e i tifosi soffrivano visto che si trovavano di fronte ad un qualcosa di paradossale. L’anno dopo andò meglio anche se la nostra avventura si fermò ai play-off contro la Vibonese”. Nel confessarsi su Gazzetta del Sud, l’estremo difensore parla anche del momento che sta attraversando la Vigor. “Ci stiamo riprendendo dopo un inizio choc. Gli ultimi innesti ci stanno dando una grossa mano. L’auspicio è quello di raggiungere l’obiettivo salvezza il primo possibile”. (c.b.)

Related posts