Tutte 728×90
Tutte 728×90

Zunico avverte tutti: “E’ un campionato ancora da giocare”

Zunico avverte tutti: “E’ un campionato ancora da giocare”

Per l’ex poeriere rossoblù il primato dei silani “è meritato”. Sul doppio turno casalingo precisa: “Bisogna stare concentrati. Noi in casa ci giocammo la serie A”.

zunico_panchinaIl Cosenza è in testa alla classifica ed insieme all’Inter (nella speciale graduatoria dei punti conquistati in stagione tra i professionisti) è la squadra ad aver totalizzato più punti di tutti (46). Un primato meritato quello dei silani. A pensarla così è anche l’attuale tecnico del Castiglione (serie D girone I), Giacomo Zunico (foto riccardo tucci). L’ex allenatore del Cosenza, oltre che ex portiere, si complimento per il campionato sin qui svolto dalla truppa di Toscano. “La leadership è meritatissima- dichiara ai microfoni di cosenzachannel.it -. Sono i numeri a dare ragione a Toscano e ai suoi ragazzi. Fino a questo momento il Cosenza ha interpretato alla perfezione il ruolo di battistrada”. Il calendario sembra dare una mano ai silani che, nelle prossime due gare, giocheranno al San Vito contro squadra invischiate nella zona retrocessione. Per Zunico compito agevole solo sulla carta. “Il campionato è ancora lungo. Sarebbe un errore pensare di aver già vinto. Ricordo che il sottoscritto, proprio al San Vito e con la maglia rossoblù, si giocò la promozione in serie A. Spero che la storia non si ripeta e che il Cosenza riesca a conquistare in breve tempo i punti necessari per la promozione”. Dopo il successo nel derby Parisi e compagni si godono il nuovo allungo. Ora i rossoblù sono a +6 dal Catanzaro. “Buon distacco ma attenti a credere che il campionato sia già chiuso. E poi il Catanzaro non è certo una squadra che molla. Finora non ha mai perso a testimonianza di come sia ben attrezzata. Ad inizio campionato in molti non credevano in questa squadra. Ed invece Provenza ha dimostrato di essere un buon allenatore e di avere a disposizione una rosa di ottimi giocatori. Direi che la sorpresa è stata la società giallorossa che è riuscita a mantenere quando tutti la davano per spacciata”. Chiusura dedicata al mercato. La capolista sembra aver chiuso le operazione in entrata. Zunico, però, non ci sta e sottolinea. “Secondo me manca ancora qualcosa. Credo che qualche altro acquisto darebbe la possibilità di avere maggiore scelta. E’ sempre meglio avere una freccia in più che qualcuna in meno. E poi, ripeto, il campionato è ancora lungo e dietro l’angolo possono sempre esserci squalifiche, infortuni. Prevenire è sempre meglio che curare”. (Luigi Brasi)

Related posts