Tutte 728×90
Tutte 728×90

Bernardi: “A Lamezia la gara perfetta”

Bernardi: “A Lamezia la gara perfetta”

Il giovane di Sambiase si sta adattando sempre più al suo nuovo ruolo grazie ai suggerimenti di mister e comagni. “I sei punti? ancora non è deciso niente”.

bernardi_e_dantiChi l’ha detto che chi nasce tondo non può morire quadrato? Nella vita forse, ma nel calcio no. Chiedetelo ad Andrea Musacco e Alessandro Bernardi. Il primo nasce attaccante puro siglando anche un gol in serie B nel 2001 con la maglia dei lupi, il secondo invece, inizia da esterno di centrocampo votato più al gioco offensivo che a quello difensivo. Rimane impressa nella mente di tutti la doppietta siglata il 27 aprile 2008 contro il Bacoli Sibilla, partita che decretò la matematica promozione del Cosenza Entrambi però hanno dovuto arretrare la loro posizione arrivando a ricoprire il ruolo di terzino. Merito di Mimmo Toscano che ha saputo plasmare le caratteristiche dei due e i risultati sono più che positivi (10 reti subite). “Ora sono terzino mentre prima giocavo prevalentemente come ala e devo ringraziare il mister che quotidianamente continua a darmi consigli”. Sono queste le parole di Alessandro Bernardi che continua – “lavorando tanto sto migliorando la mia tecnica in fase difensiva mentre per quella propositiva posso ritenermi soddisfatto”. Grande responsabilità per l’ex siracusano, non far rimpiangere l’assenza di Morelli non è cosa facile. “Con Massimo siamo amici e spero che si riprenda al più presto. Tra noi non c’è competizione, anzi si prodiga sempre nel darmi consigli visto che lui è un vero e proprio difensore”. Ritornando alla sfida del D’Ippolito il terzino afferma – “domenica abbiamo bissato la partita di Cassino. Sia in quella occasione che a Lamezia, la squadra ha fatto vedere i muscoli visto che il terreno non ci permetteva di giocare come noi volevamo”. Il Cosenza, nelle prossime due sfide potrebbe lanciare la volata decisiva verso la vittoria del campionato. “Sei punti non sono niente in questa fase del campionato – continua il difensore rossoblu – certamente dobbiamo sfruttare al massimo le prossime due gare consecutive al San Vito anche se il Manfredonia sarà una brutta gatta da pelare e a differenza dell’andata mi sembra essersi rinforzata”. I pugliesi hanno una rosa imbottita di giovani e nel mercato di riparazione hanno acquistato l’ex attaccante del Catanzaro Marchano. A proposito di mercato, Bernardi è parso molto soddisfatto dal lavoro svolto dalla società. “Con gli ultimi acquisti la società ha dato un ulteriore segnale agli inseguitori. Di Mortelliti poi, mi piacciono le doti umane, di quelle tecniche invece, non avevo dubbi”. (Stefano Sicilia)

Related posts