Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Cosenza vola con Mortelliti e Bernardi. Battuto il Manfredonia 2-0

Il Cosenza vola con Mortelliti e Bernardi. Battuto il Manfredonia 2-0

I rossoblu battono il Manfredonia con una rete per tempo: al 42′ apre Mortelliti e al 52′ raddoppia Bernardi. Capolista a +10 sul Gela e a +9 sul Catanzaro (che ha una gara in meno).

fase_di_giocoIl Cosenza vince meritatamente su un Manfredonia che ha fatto ben poco per infastidire la capolista. La gara, disputata su un terreno di gioco pesantissimo, è stata decisa da un altro gol di Ciccio Mortelliti che con un tap-in da pochi passi ha beffato Pelagotti, e da un destro dai 30 metri di Bernardi (primo gol stagionale). Con questa vittoria la squadra rossoblù  è a +10 dal Gela (sconfitto nel derby dall’Igea Virtus) e a +9 dal Catanzaro (che dovrà recuperare il derby con la Vibonese non giocato per le pessime condizioni del campo). CRONACA. Il Manfredonia inizia avanti e nel giro di dieci minuti conquista te corner, ma Occhiuzzi al 5′ si mangia alt un gol grande ome una casa dopo un’ottima discesa di Bernardi sulla destra. Rossoblù giocano molto su Mortelliti che va alla ricerca del quarto gol stagionale in altrettante gare. Al 19′ ammonito Catania per fallo su Macrì, I sipontini insistono e al 22′ Sifonetti ci prova dalla lunga distanza con un tiro a giro e per poco non centra l’angolino basso alla sinistra di Ambrosi. Al 30′ Occhiuzzi viene atterrato in area, ma l’abritro sorvola così come dopo due minuti su Marchano ostacolato da Bernardi. Al 35′ discesa si Catania e cross radente sul quale Galantucci non arriva. Al 38′ e al 40′ Moschella impegna Pelagotti su due calci piazzati alla sua maniera, l’ultimo dei quali deviato in corner. Sull’angolo battuto da Occhiuzzi Galantucci va in roveciata, ma l’estremo biancoblù fa un miracolo. Mortelliti è lì ed il suo tap-in è letale: per lui quarto gol in altrettante gare. Al 54′ Battisti allarga sulla destra per Bernardi,che si inserisce centralmente e da trenta metri lascia partire un bolide che, grazie alla deviazione Nossa, si infila alle spalle di Pelagotti. A risultato acquisito succede ben poco con i due tecnici che danno spazio alle seconde linee. Al fischio finale tripudio dei tifosi rossoblù per il nuovo allungo sulle inseguitrici.

Il tabellino della gara: 

COSENZA (4-2-3-1): Ambrosi, Bernadi, Chianello, Braca (74′ Parisi), De Rose, Moschella, Occhiuzzi (74′ Musacco), Battisti, Galantucci, Mortelliti, Catania (82′ Danti). A disp: Guizzetti, Musacco, Parisi, Fabio, Profeta, Salandria, Danti. All Toscano
MANFREDONIA (4-4-2): Pelagotti, Scarpita, Patti, Cerchia, Serao, Nossa, Macrì (71′ Arigò), Napolitano, Marchano (57′ Giglio), Pirrone (46′ Napoli), Sifonetti. A disp: Fortunato, Indirili, Vitiello, Schettino, Arigò, Napoli, Giglio. All. D’Arrigo
ARBITRO: Spadaccini di Vasto
MARCATORI: 42′ Mortelliti, 54′ Bernardi
NOTE: Giornata piovosa e fredda, terreno molto pesante. Presenti circa 3000 spettatori con sparuta rappresentanza ospite. Ammoniti: Catania, Braca (C); Macrì, Marchano (M). Corner: 4-5 Recupero: 1′ pt – 3′ st

Related posts