Tutte 728×90
Tutte 728×90

Ambrosi è sicuro: “Domenica ci sarò”

Ambrosi è sicuro: “Domenica ci sarò”

Il portiere, nonostante un piccolo problema al polpaccio, garantisce la sua presenza tra i pali e assicura: “Neve o non neve, vinciamo noi”.

ambrosi_parataGli ultimi due allenamenti li ha saltati per un problema al polpaccio destro, ma Stefano Ambrosi è più sorridente che mai e chiarisce subito ogni dubbio: “E’ solo un piccolo fastidio muscolare dovuto alla ripresa della preparazione atletica. Ma voglio tranquillizzare tutti, domenica sarò in campo regolarmente”. Dando uno sguardo alle previsioni meteo non c’è da stare purtroppo tranquilli. Le probabilità di neve preoccupano tutti. La paura è che lo scenario sia identito a quello di un anno (rinvio della gara Cosenza-Campobello). “No, penso che comunque si giocherà. Poi neve o non neve abbiamo una partita difficile che dobbiamo vincere. E poi meglio il San Vito innevato che i campi come quelli trovati a Lamezia o a Barletta”. I campi pesanti che magari sulla carta potevano provocare qualche grattacapo al Cosenza si sono poi rivelati “amici” . Per Ambrosi esiste un perchè. “Le grandi squadre, a differenza di altre, quando lottano per un oboiettivo sono anche in grado di cambiare mentalità. In campi pesanti serve la giusta cattiveria agonistica per giocare gare maschie mettendo da parte tecnica e gioco. Noi ci riusciamo bene perchè abbiamo voglia di vincere. Per gli altri può essere un alibi il campo pesante, per noi non lo sarà mai”. Ambrosi difende la porta meno battuta del campionato. Solo 10 reti subite. L’estremo difesnore, però, tiene a precisare. “Per me sono 9, uno me lo sono fatto da solo a Melfi, quindi è mio. Sta di fatto che non si tratta di record. A Cava in serie D ricordo di aver subito solo 9 gol in tutto il campionato”. Sta di fatto che dieci reti in 21 gare sono davvero pochi a testimonianza di come la difesa sia il punto forte della squadra di Toscano. “Si, sono davvero pochi. Ma questo è sintimo di una squadra che gioca bene. Magari non segnamo molto, ma a cominciare dagli attaccanti siamo sempre li a difendere. Abbiamo una grande organizzazione di gioco”. Chiusura dedicata alla classifica. “Siamo in una posizione tale che ci permette di guardare solo ai nostri risultati. Sono gli altri a dover inseguire e sperare in un nostro passo falso. Ma penso che sarà molto difficile”. (Da.Ma.)

Related posts