Tutte 728×90
Tutte 728×90

Giudice sportivo: maxi multa alla Scafatese. Cosenza, squalificato Bernardi

Giudice sportivo: maxi multa alla Scafatese. Cosenza, squalificato Bernardi

Il terzino destro fermato per un turno mentre il dirigente Gaetano è stato inibito fino al 3 marzo. Il Catanzaro perde Caputo per due giornate e Di Maio per una. Val di Sangro senza Ruggiero. Multate sei squadre per un totale di 14.700 euro.

logo_aiaQuesta volta è la Scafatese ad averla fatta grossa. La società campana è stata multata di 10.000 euro dal giudice sportivo per indebito inserimento nella distinta di un medico sociale non tesserato; per indebita presenza nel recinto di gioco di persone non autorizzate che rivolgevano frasi offensive verso l’arbitro; per condotta gravemente antisportiva dei raccattapalle; per indebita presenza negli spogliatoi, al termine della gara, di numerose persone non autorizzate. Mano pesante anche sul Catanzaro che dovrà fare a meno per due turni del bomber Caputo e per un turno di Di Maio. La società giallorossa è stata inoltre multata per il lancio di un petardo da parte dei propri sostenitori. Infine il Cosenza. I silani, nella prossima trasferta contro l Val di Sangro, dovranno fare a meno di Bernardi appiedato per un turno (inoltre è stato squalificato il dirigente Gaetano fino al 3 marzo). (c.c.)

Queste le decisioni del giudice sportivo dopo la 22esima giornata:
Ammenda società:
€ 10.000,00 SCAFATESE per indebito inserimento nella distinta di gara di medico sociale non regolarmente tesserato; per indebita presenza sul recinto di gioco, al quale accedevano tramite un cancello rimasto aperto per l’intera durata della gara, di persone non autorizzate ma riconducibili alla società che, per ben tre volte entravano sul terreno di gioco rivolgendo frasi offensive verso l’arbitro, che si vedeva costretto a sospendere brevemente il gioco per il loro allontanamento; per condotta gravemente antisportiva dei raccattapalle che in tutte le fasi in cui la squadra si trovava in vantaggio, sospendevano la loro funzione rallentando la ripresa del gioco, in tali circostanze venivano a mancare i palloni di riserva; per indebita presenza negli spogliatoi, al termine della gara, di numerose persone non autorizzate.
€ 2.500,00 ANDRIA perché propri sostenitori in campo avverso lanciavano sul terreno di gioco, più volte durante la gara, alcune bottigliette, un’asta di bandiera e numerose arance; gli stessi indirizzavano verso un assistente arbitrale numerosi sputi che lo raggiungevano in più parti del corpo.
€ 1.000,00 MANFREDONIA perché persona non identificata, ma riconducibile alla società, presente nel recinto di gioco in quanto in possesso di autorizzazione, rivolgeva all’arbitro una frase offensiva mentre rientrava negli spogliatoi al termine della gara.
€ 600,00 CATANZARO perché propri sostenitori in campo avverso introducevano e facevano esplodere all’interno del recinto di gioco un petardo di notevole potenza.
€ 300,00 BARLETTA per aver provocato breve ritardo sull’ora d’inizio della gara.
€ 300,00 IGEA VIRTUS per indebita presenza nel recinto di gioco di persona non identificata ma riconducibile alla società.
Inibizione per i seguenti dirigenti:
GAETANO DARIO (COSENZA) fino a tutto il 3 marzo 2009 per comportamento offensivo verso un assistente arbitrale durante la gara.
Calciatori squalificati per 2 gare effettive:
CAPUTO MASSIMILIANO (CATANZARO) per comportamento offensivo verso l’arbitro.
MATINELLA SANTO (IGEA VIRTUS) per atto di violenza verso un avversario a gioco fermo.
ROMANO GAETANO (MANFREDONIA) per aver volontariamente colpito con una gomitata al volto un avversario in azione di gioco.
RUGGIERO FRANCESCO (VAL DI SANGRO) perché al termine della gara rientrando negli spogliatoi calciava con violenza un pallone in direzione di un assistente arbitrale sfiorandolo, ma non colpendolo.
Calciatori squalificati per 1 gara effettiva:
BIANCHI MAURO (CASSINO) entrambe per condotta scorretta verso un avversario.
DI MAIO ROBERTO (CATANZARO) entrambe per condotta scorretta verso un avversario.
CIOTTI MASSIMO (VIGOR LAMEZIA) per proteste verso l’arbitro e per condotta scorretta verso un avversario.
Calciatori squalificati per 1 gara effettiva per recidività in ammonizione:
MERITO JAIME LEON (BARLETTA)
BERNARDI ALESSANDRO (COSENZA)
GAETA CARMINE (GELA CALCIO)
CRIMI MARCO (IGEA VIRTUS)
D’IMPORZANO ALESSIO (ISOLA LIRI)
PATTI MATTEO (MANFREDONIA)
RAPINO ALESSANDRO (SCAFATESE)
POLITO GIUSEPPE (VIBONESE)
CLASADONTE PIERO (VIGOR LAMEZIA)

Related posts