Tutte 728×90
Tutte 728×90

Toscano: “Con il Val di Sangro la gara più difficile”

Toscano: “Con il Val di Sangro la gara più difficile”

Il tecnico, sulle tre gare che separano i rossoblù dal big match col Gela, ha sottolineato: “Gli abruzzesi in casa sono temibili. Dovremo interpretare bene la gara”.

toscano_tiene_a_rapporto_moschellaTre gare (Val di Sangro e Aversa in trasferta, Noicattaro in casa) prima della resa dei conti. Prima del big match che dirà, una volta per tutte, se il Gela potrà ammainare definitivamente bandiera bianca e lasciare, sempre se il tempo lo permetterà, al Catanzaro il compito di contendere fino all’ultimo la promozione diretta in Prima Divisione al Cosenza. Di questo, ma anche di altro, ha parlato Toscano in una conferenza stampa molto lunga tenutasi questo pomeriggio nella sala stampa dello stadio San Vito. “Credo che, delle tre gare, quella di domenica prossima sia la più difficile”. Qualcuno gli fa notare come il Cosenza debba affrontare anche l’Aversa fuori casa. Ma Toscano ribadisce. “No, è la gara con il Val di Sangro che dobbiamo interpretare nel migliore dei modi”. Quasi a far intendere come l’Abruzzo sia crocevia per la promozione. “Ogni gara è importante. Ogni gara va saputa interpretare. Ma se mi chiedete quale delle tre nasconde più insidie, beh vi dico questa”. Sarà stato forse il pari interno contro l’Isola Liri a indurre il tecnico reggino a segnalare quella di domenica prossima come tappa cruciale prima della resa dei conti contro il Gela. “Una cosa alla volta. Pensiamo a domenica. Non andiamo oltre”. I nove punti di distacco portano a pensare che il campionato sia ormai chiuso. Su questo punto Toscano si irrigidisce. “Domenica se il Catanzaro avesse vinto, invece di perdere, era a sei punti. Questo a testimonianza di come sia fondamentale mantenere alta la concentrazione. Pensare di aver già vinto…è questa la mia paura. Devo far capire ai ragazzi che il mio tenerli sulle spine non vuole essere segno di insicurezza ma voglia di non mollare fino a quando il traguardo non sarà raggiunto”. Già, il traguardo. Quel traguardo che il Cosenza sta cercando di raggiungere lavorando alacremente dal mese di agosto, ossia dal ritiro di Spoleto. Da allora ne è stata fatta di strada e soprattutto di punti. Ma qual è l’aspetto che rende i silani diversi dalle altre compagini tanto da spiegare i nove punti di distacco dalla seconda. “La grande voglia di vincere – spiega Toscano -. Questa squadra ha voglia di conquistare la promozione in maniera smisurata”. E i meriti del tecnico? “Non sono domande che vanno poste al sottoscritto – precisa -. La società, la stampa, la squadra può rispondere a questa domanda. Posso solo dirvi che questi ragazzi mi hanno dato tanto. Spero anche io di aver dato del mio a loro ma non posso quantificarlo”. Chiusura dedicata alla squadra più in forma del momento e alla squadra che lo ha impressionato di più. “L’Igea Virtus credo sia quella che al momento sta meglio di tutti. Il Monopoli è quella che mi ha fatto un’impressione molto positiva”. (Piero Bria)

Related posts