Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-ContoTv: si lavora per una partnership

Cosenza-ContoTv: si lavora per una partnership

L’emittente pisana, se gli ascolti saranno alti, potrebbe trasmettere anche le prossime trasferte dei rossoblù. Nelle casse del Cosenza, per la gara di domenica ad Atessa, sono andati 2.500 euro.

telecamere_di_skyL’idea piace al Cosenza. Ed è per questo che è stata intavolata una trattativa con lo scopo ben preciso di far si che, l’emittente Conto Tv, possa garantire la visione delle prossime trasferte del Cosenza oltre a quella già ufficializzata di Atessa contro la Val di Sangro. L’emittente pisana ha sborsato 5.000 euro per acquistare i diritti della gara Val di Sangro-Cosenza (2.500 euro alla società rossoblù e l’altra metà alla Lega) che si potrà vedere (al costo di 5 euro) sul canale satellitare oltre che sul digitale terrestre nelle zone coperte dal segnale. Conto Tv e Cosenza calcio hanno parlato, e non poco, prima di mettere nero su bianco. E si continuerà a parlare. E si, perché se le cose dovessero andare bene (numero alto di telespettatori) allora l’emittente pisana potrebbe prendere la palla al balzo e acquistare i diritti delle trasferte che il Cosenza giocherà da qui e fino alla fino del campionato (queste le squadre che i silani affronteranno in trasferta: Val di Sangro, Aversa, Scafatese, Igea Virtus, Monopoli, Catanzaro e Pescina). Ma cerchiamo di capire meglio cos’è Conto Tv. E’ una nuova emittente televisiva che integra il sistema di trasmissione satellitare con il sistema digitale terrestre ed è la prima televisione creata da webmaster. Spulciando su internet si legge come l’emittente sia di Marco Crispino, amministratore unico della Conto tv srl che ha la sede legale a Catanzaro (Corso Mazzini 35) ma che è considerata un’emittente pisana a tutti gli effetti. La nascita del canale risale al 2003. Si chiamava Superpippa channel e la sua programmazione era a contenuto erotico. Dopo un anno di trasmissioni in chiaro e gratuite è intervenuta l’Authority e l’emittente ha dovuto sospendere i programmi. Per poi riprenderli dopo qualche mese cambiando denominazione. Nasce così Conto Tv, emittente a pagamento, che nel 2007 ha fatto il suo ingresso nel mondo del calcio, assicurandosi i diritti e trasmettendo Groningen-Fiorentina, per poi proseguire con Villareal-Fiorentina, incontri di Coppa Uefa. Allora si registrarono anche polemiche da parte di esponenti comunali e della regione Toscana. Secondo il loro parere la squadra subiva dei danni di immagine. Sta di fatto che, ancora oggi, la programmazione di Conto Tv prevede film erotici che fanno ancora la parte da leone. La piattaforma ContoTV offre cinque canali televisivi (due gratuiti, due a pagamento e uno in arrivo) e la pay per view.
INCASSI. Ma ritorniamo a bomba. Il numero di telespettatori sarà determinante per far si che la trattativa tra Conto Tv e Cosenza prosegua. Ragion per cui la società ha mandato miriade di messaggi per far si che la voce si espanda il più possibile. Più che sui tifosi residenti a Cosenza si punta su chi è lontano dalla città dei bruzi. Se una gara come Val di Sangro-Cosenza dovesse avere seguito figuriamoci se l’emittente pisana non farà un altro sforzo in prospettiva derby. Insomma, come si dice in questi casi: nessuno fa niente per niente. Sia il Cosenza che Conto Tv vogliono denaro e visibilità che permetterebbe sicuramente di guardare al futuro con spiccato ottimismo. E come dargli torto. (p.b.)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it