Tutte 728×90
Tutte 728×90

Braca: “Se vinciamo le prossime quattro gare sarà promozione”

Braca: “Se vinciamo le prossime quattro gare sarà promozione”

Il difensore, che domenica rientrerà dalla squalifica, non ha dubbi: “Fare 12 punti significa mettere una seria ipoteca sul primo posto”. In ottica derby: “Dobbiamo arrivare al Ceravolo con la promozione in tasca. E sono certo che vinceremo”.

errico_braca_33_anniTra i tanti dubbi di Mimmo Toscano, dovuti soprattutto agli infortunati, c’è una certezza: il rientro di Errico Braca (33) dalla squalifica. Il difensore salernitano, questa mattina prima della partenza per l’Abruzzo, si è prestato ai taccuini dei giornalisti. Nel parlare del prossimo avversario Braca ha sottolineato. “Ogni gara nasconde insidie diverse. Non sarà una trasferta facile ma noi proveremo, come sempre, a vincere per tentare di allungare maggiormente”. Tra le insidie di cui parla Braca c’è il campo, molto stretto. “Potranno essere decisivi i calci da fermo. Loro su quel campo non hanno mai perso ed hanno subito poche reti. Ma si sa che per la legge dei grandi numeri prima o poi…”. Rientrato da un noioso infortunio, la roccia della difesa rossoblù, tiene a ringraziare tutte quelle persone che gli hanno permesso di recuperare in tempi brevi. “Ringrazio Felice, Ercolino, Zanolini, il dott. Canonaco, Manna. Un po’ tutte quelle persone che mi hanno consentito di lavorare alacremente per rientrare subito nel gruppo. A loro va il mio ringraziamento. Sono persone eccezionali e grandi professionisti”. Uno sguardo alla classifica. Nove punti di vantaggio a dodici gare dal termine sembrano tanti. Braca, però, non ci sta e mette in guardia. “A Sorrento, a questo punto del campionato, avevamo 11 punti in più della seconda. Ebbenne, vincemmo il campionato all’ultima giornata con un punto di vantaggio. Voglio dire questo per fare capire che non bisogna guardare adesso la classifica e cullarsi. Anche perché ci aspettano due scontri diretti con Gela e Catanzaro oltre a gare insidiose come quella contro la Val di Sangro. La nostra bravura deve essere quella di arrivare a queste gare con un vantaggio di punti importante. Se nei prossimi incontri riusciamo a fare 12 punti credo che il discorso sia quasi chiuso. Noi sicuramente giocheremo per vincere”. Il derby col Catanzaro si avvicina. All’appello mancano, però, altri due mesi abbondanti. “L’importante è arrivare lì avendo già chiuso il discorso promozione. Liberi da ogni pressione sono convinto che riusciremmo anche a vincere”. E’ la speranza di tutti i tifosi cosentini. (Carlo Bilami)

Related posts