Tutte 728×90
Tutte 728×90

Toscano chiama a raccolta la città

Toscano chiama a raccolta la città

Per la gara di domenica il tecnico si augura un grande afflusso di tifosi allo stadio: “Sono loro che possono spingerci definitivamente verso la Prima divisione”.

toscano_urla

Il tecnico sprona i tifosi (fotomannarino)

Lo aveva detto prima di partire sabato mattina che la gara di Aversa sarebbe stata la più importante dell’anno. E sentendo le battute di fine gara provenienti da Gela, dove si attendevano un risultato diverso, Toscano aveva proprio ragione. “Sono molto soddisfatto – ha commentato a mente fredda  il tecnico silano – di come la squadra ha interpretato il match sin dai primi minuti”. In Campania, però, dopo i primi dieci minuti giocati bene, la squadra è andata un tantino in affanno e di questo se n’è accorto anche il coach: “Sono bastati un paio di errori in fase di disimpegno e siamo andati in ansia. Abbiamo arretrato di una decina di metri il baricentro e per un po’ siamo andati in confusione, ma devo dire che   in contropiede abbiamo comunque avuto almeno un paio di occasioni, senza contare il fuorigioco fischiato a Danti che non esisteva proprio”. Come ormai è consuetudine, nel secondo tempo i Lupi si sono scatenati. “E’ stata bravissima la difesa. Ha portato di nuovo su la squadra permettendo ai centrocampisti e a Danti di non far ragionare Marasco. Proprio il furetto e la sua posizione in campo per me sono state la chiave della gara”. Altra nota positiva della trasferta di Aversa: la ritorvata verve agonistica di Occhiuzzi. “Non avevo dubbi che Roberto avrebbe reagito subito e l’ha fatto alla grandissima. Nei momenti difficili sono io che devo aiutarlo e spero di esserci riuscito, anche se la sua esclusione dall’undici titolare era solo per questioni tattiche e equilibri di squadra”. Ma Aversa è già alle spalle. Davanti il Cosenza ha una gara importantissima che può definitivamente chiudere il campionato. “Col Gela avremo una grande chanche di poter archiviare il torneo. Per farlo però abbiamo bisogno anche del nostro meraviglioso pubblico. Questa mi sembra tanto la sfida dello scorso anno col Siracusa. Allora ci furuno quasi 10mila spettatori. Spero si possa ripetere quella gara.  I nostri tifosi devono darci una spinta ulteriore per poter avvicinarci ancora di più al traguardo promozone”. Ultima battuta sul record di vittorie che mister Toscano ha ottenuto con i tre punti di domenica. “I record sono belli, ma se poi non arrivi a concretizzare l’obiettivo finale della vittoria del campionato…il record rimane fine a se stesso e non può inorgoglirti più di tanto”. (Da. Ma.)

Related posts