Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosco: “Battisti? I problemi sono i suoi”

Cosco: “Battisti? I problemi sono i suoi”

L’allenatore del Gela sulle parole del mediano: “Io sono tranquillo. L’ho sempre trattato bene”. E sulla tattica che adotterà non ha dubbi: “Non andremo all’arrembaggio”.

vincenzo_cosco

Il tecnico del Gela, Vincenzo Cosco (44)

Cosenzachannel.it è andato a disturbarlo sul pullman che lo sta portando, proprio in queste ore, a Cosenza dove domenica si giocherà una gara che vale una stagione. Stiamo parlando di Vincenzo Cosco (44), allenatore molisano del Gela. Seppure giovane, Cosco ha quattordici campionati da allenatore alle spalle, di cui gli ultimi due a buoni livelli. Nel suo curriculum, buoni piazzamenti e tante promozioni nel dilettanti. Una stagione in serie A ungherese con il Sopron. Cosco, 44enne di Santa Croce di Magliano, ha diretto anche la Turris, il Bojano e il Termoli, vincendo con queste ultime due squadre il torneo di Eccellenza , poi una breve parentesi con l’Isernia, due stagioni alla Pro Vasto (dove si è aggiudicato i playoff di D), poi Val di Sangro dove ha conquistato il salto in C2 e ha sfiorato i playoff al primo tentativo. Senza dimenticare l’esperienza con la Paganese e il Sopron. Il tecnico siciliano, in un’intervista rilasciata in esclusiva a cosenzachannel.it pochi minuti fa ha parlato del big match e non solo. In molti si aspettano un Gela all’arrembaggio. Del resto ai biancoblù non resta che vincere per sperare in una rimonta. “Noi all’arrembaggio? Assolutamente no. Credo che avrà più fretta il Cosenza di chiudere il match che noi. I miei ragazzi sanno che queste gare vanno gestite con calma e con la concentrazione giusta”. Il Gela, nei due precedenti in questa stagione contro i silani, è sempre riuscito a spuntarla. Un dato significativo e da tenere in considerazione secondo il tecnico gelese. “Beh, vorrà pur dire qualcosa. Siamo orgogliosi di aver battuto una squadra come il Cosenza data da tutti come la squadra ammazza-campionato. Vuol dire che anche noi siamo una squadra forte”. Il tecnico, poi, si sofferma sulle parole di Battisti che non è stato per nulla tenero nei suoi confronti. “Di sicuro io non ho problemi. Se ci sono problemi, sono tutti di Battisti. L’ho sempre trattato bene e gli ho persino dato la fascia di capitano. Per quanto mi riguarda sono sereno e tranquillo”. I due, domenica prossima, si ritroveranno uno di fronte all’altro. Ieri amici, oggi nemici. (p.b.)

Related posts