Tutte 728×90
Tutte 728×90

Capolavoro Cosenza. Gela battuto (3-0) con Polani, Danti e Battisti

Capolavoro Cosenza. Gela battuto (3-0) con Polani, Danti e Battisti

La vittoria consente ai silani di portarsi a +10 sui siciliani e +11 sul Catanzaro sconfitto dal Pescina. La Prima Divisione è ormai ad un passo.   

coreografia_cosenza-gela

La Sud durante Cosenza-Gela

Giù il cappello davanti a questo Cosenza. Giancola di Vasto per evitare al Gela l’umiliazione degli olè del pubblico non ha dato recupero nel secondo tempo. Il 3-0 a firma di Polani, Danti e Battisti non lascia spazio a niente. Il Gela è stato annichilito al cospetto della squadra più forte del campionato che con merito conquisterà la Prima divisione. Da oggi Mimmo Toscano è l’allenatore più vincente della storia del Cosenza Calcio. Chapeau davanti ai rossoblù. CRONACA. La gara inizia con le due squadre subito ad affrontarsi faccia a faccia, sugli spalti atmosfera frizzante. Dopo tre minuti di gioco Russo sguscia via sulla destra   e crossa per Franciel. Il brasiliano tenta la girata, ma la palla sorvola la traversa. Il match è maschio con Iannini a proteggere la retroguardia siciliana e le ali di Cosco a creare pericoli a Bernardi e Chianello. All’11’ break a centrocampo, Mortelliti serve dentro Polani che si fa largo di gomiti tra Fernandez e D’Aiello e batte con un preciso destro Cecere. Al 15′ Battisti effettua un retropassaggio per Ambrosi che cincischia e la prende con le mani. Punizione a due in area di rigore che Franciel calcia su Parisi. Il San Vito è una polveriera. Al 26′ Unniemi calcia una punizione per Franciel che di testa spreca. Parisi due minuti dopo è costretto ad uscire per infortunio, al suo posto Moschella, De Rose diventa il capitano. I rossoblù sembrano in grado di poter tranquillamente controllare la partita. AL 34′ Polani sembra Weah e fa sessanta metri palla al piede, entra in area ma calcia al lato: applausi. Il Cosenza insiste e schiaccia il Gela. Moschella batte una punizione tesa causata dal fallo di D’Aello (ammonito) sull’indemoniato Mortelliti. Battisti per poco non esulta sotto i suoi ex tifosi che lo fischiano. Al 43′ Mortelliti dà saggio della sua classe e ridicolizza prima Esposito, poi Fernandez. Da solo davanti a Cecere calcia a botta sicura, ma l’estremo difensore gelese fa il miracolo. E’ un grande Cosenza.
SECONDO TEMPO. Cosco cerca subito di cambiare le carte in tavola ed inserisce un’altra punta, Staffolani, al posto di uno spento Schiavon. In questa maniera lo schieramento del Gela muta in un 4-4-2 molto offensivo con Russo ed Unniemi sulle fasce che, di fatto, sono due mezze punte.  Al primo affondo però il Cosenza passa nuovamente. Polani apre Chianello che con una rasoiata crossa in mezzo. Fernandez cicca clamorosamente e Danti fa il bis. Sugli spalti è festa grande ed il San Vito fa la ola, in campo sembra accademia. Cinque minuti dopo però il furetto di San Giovanni in Fiore si fa espellere per doppio giallo, il primo dopo il gol per essersi tolto la maglia. Allora il Gela inserisce l’altra punta, Gaeta,e gioca con tre attaccanti. Toscano toglie Polani e mette Occhiuzzi: è un 4-4-1 con Mortelliti terminale offensivo. Al 75′ Battiisti completa la sua vendetta personale e sigla il 3-0 dopo il palo di Moschella su punizione da 40 metri. Espulsi Toscano e Polani dalla panchina per protesta, Esposito ddel Gela. Poi è solo torello, la promozione è ad un passo.

Il tabellino: 
COSENZA (4-2-3-1): Ambrosi, Bernardi, Chianello, De Rose, Braca, Parisi (30′ Moschella), Danti, Battisti, Polani (61′ Occhiuzzi, 87′ Occhiuzzi), Mortelliti, Catania. A disp: Guizzetti, Profeta, Musacco, Ramora, Galantucci. All. Toscano 
GELA (4-4-1-1): Cecere, Galluppi, D’Aiello, Fernandez, G. Esposito, Russo (72′ Pasca), Marinucci Palermo, Iannini, Unniemi (59′ Gaeta), Schiavon (46′ Staffolani), Franciel. A disp. Ferla, P.Esposito, Nigro, Ambrosecchia. All Cosco
ARBITRO: Giancola di Vasto
MARCATORI: 11′ Polani, 52′ Danti, 75′ Battisti
NOTE: Giornata primaverile, terreno in ottime condizioni. Sugli spalti presenti circa 8000 spettatori (5676 paganti; 1920 abbonati per un incasso di 47.500 euro), di cui 200 gelesi. Espulso Danti al 57′ per doppia ammonizione, al 75′ Esposito per proteste e al 76′ Toscano e Polani dalla panchina.  Ammoniti: De Rose, G. Esposito, D’Aiello, Danti. Corner: 0-5  Recupero: 4′-0′

Related posts