Tutte 728×90
Tutte 728×90

Speciale CosenzaChannel (1/9): nostro viaggio nel mondo della LP2-C

Geretto (Monopoli) e Castellucci (Igea Virtus) non hanno dubbi: il Cosenza sarà promosso con 70 punti. E per entrambi Toscano è il miglior allenatore. Lotta play-off: Cassino preferito al Pescina.

mister_castellucci

Il tecnico dell’Igea Virtus, Castellucci (53)

Parte da oggi, e per nove giorni consecutivi, il viaggio di cosenzachannel.it fra gli allenatori di Lega Pro 2 girone C. A loro abbiamo posto alcune domande in vista del rush finale che si preannunica incandescente sia in testa che in coda. Nella prima puntata diamo ampio spazio al tecnico Ezio Castellucci (53) dell’Igea Virtus e Gabriele Geretto (56) del Monopoli. Con loro abbiamo analizzato l’andamento del campionato, focalizzando l’attenzione su quali saranno le compagini che a fine stagione entreranno nei play off e quali invece si giocheranno la permanenza ai play out. Ma non solo, abbiamo chiesto anche quale sia il migliore allenatore della Lega. Due le certezze per entrambi i tecnici: il Cosenza festeggerà la promozione mentre Toscano ha il futuro assicurato.
Il Cosenza guida la classifica con ben dieci punti di distacco dal Gela. Crede che le inseguitrici possano ancora insidiare il primato dei silani?
Geretto: A parer mio, il Cosenza è la squadra che finora ha fatto meglio e merita indubbiamente la promozione diretta. Dopo le vittorie contro Aversa e Gela penso che i giochi siano chiusi ma in campionati come questo devi lottare sempre fino a quando la matematica non ti dà ragione. E’ fondamentale tenere la tensione alta.
Castellucci: Il Cosenza ha dato una spallata alle inseguitrici con la vittoria inflitta al Gela, ma fossi in loro non abbasserei la guardia perché mancano ancora tante partite.

Qual è la quota punti che secondo lei, il Cosenza o le inseguitrici, dovranno raggiungere per poter festeggiare la promozione diretta?
Geretto
: Non è mai facile fare questi calcoli ma il Cosenza ha un buon vantaggio e le inseguitrici non vivono un gran momento di forma. Credo che a 70 punti i giochi potrebbero chiudersi.
Castellucci: Non ho mai, ahimè, potuto fare questi calcoli. Penso però, che 70 punti rappresentino un bottino cospicuo per poter raggiungere la promozione diretta.

Veniamo al capitolo play off. Quali saranno, secondo lei, le squadre che accederanno alla lotteria degli spareggi per la promozione?
Geretto
: In ordine finiranno sul podio del torneo Gela e Catanzaro. Dietro di loro l’Andria e per il quarto posto la lotta è apertissima. Credo che alla fine la spunterà il Cassino. E’ una squadra che sta attraversando un ottimo momento ed è ricca di giocatori esperti e di talento. La vittoria finale invece è un rebus. Quattro squadre forti, animate da un obiettivo comune. Vedo bene il Gela ma la lotta è aperta.
Castellucci: Gela, Catanzaro e Andria senza problemi. Al quarto posto vedo bene il Cassino. Una squadra veramente forte che nel mercato invernale ha lavorato bene trovando i calciatori giusti per risolvere i problemi. Inoltre hanno un organico veramente invidiabile, pieno di giocatori di categoria superiore. Se avessero avuto la rosa attuale ad inizio campionato, la loro classifica ora parlerebbe diversamente. Sulla vittoria finale non mi esprimo, perché tutto può accadere e non vedo favorite.

Discorso inverso, invece, per le squadre che saranno condannate a disputare i play out. Quali saranno le quattro compagini candidate agli spareggi?
Geretto
: Al momento la classifica non ha subito grossi scossoni. Credo che le quattro squadre che compongono attualmente la griglia play off, saranno li anche alla fine del torneo ma il discorso è aperto e tutto può succedere.
Castellucci: I quattro punti che dividono le ultime cinque in graduatoria dalla Vibonese, al momento, costituiscono un buon margine. Credo che i posti siano già assegnati ma attenzione all’Aversa, compagine in grado di uscirne bene. Il Lamezia mi sembra già condannato alla retrocessione, anche se la matematica tiene ancora aperti i giochi.

Quale è la squadra che l’ha impressionata maggiormente?
Geretto
: Da avversaria ho visto molto bene il Pescina. Una formazione compatta e con qualità in tutti i reparti. Esprime un buon calcio ed ha giocatori molto interessanti. Anche il Cosenza, però, è una squadra che ha qualità da vendere e una mentalità vincente. I risultati parlano per loro.
Castellucci: Dico Cosenza perché i rossoblù sono una formazione camaleontica. Lottano come una “provinciale” e poi ripartono e giocano dimostrando di non avere rivali. Gran complesso di gioco, ottimo allenatore e soprattutto danno l’impressione di poter andare in rete in ogni momento.

Ed invece la squadra che maggiormente ha deluso finora?
Geretto
: Senza dubbio l’Aversa. Una compagine costruita per navigare tranquillamente nelle prime posizioni e relegata al momento al quint’ultimo posto in classifica. Hanno fatto un gran mercato ad inizio stagione e deluso inspiegabilmente le aspettative.
Castellucci: Mi aspettavo molto di più dalla Vigor Lamezia. Una compagine con i mezzi adatti per affrontare una stagione di metà classifica e per sperare in qualcosa di più. Occupano invece l’ultima posizione e non riescono a vincere.

Assegniamo ora qualche oscar. Chi è il giovane più talentuoso del torneo?
Geretto
: Voglio spezzare una lancia a favore del mio portiere. Giuseppe Saraò (20) è un classe 1988 con gran talento e ottime prospettive ma ho tanti giovani che stanno facendo bene. Fra i migliori c’è anche Danti. Un mix di classe e velocità che farà tanto parlare di se.
Castellucci: Assolutamente Giampaolo Crimi (18). E’ un mio giocatore, ed è del 1990. Ha classe da vendere ed una lucidità nel giocare la palla che difficilmente trovi in un ragazzo della sua età. Sembra già navigato in questi tornei e domenica ha siglato la sua seconda e decisiva rete. Ne sentirete parlare in futuro.

Qual è invece il tecnico che ha entusiasmato maggiormente?
Geretto
: Assolutamente Domenico Toscano. Ha dimostrato con i fatti di avere molte qualità. E’ giovane e ambizioso e le due stagioni a Cosenza non hanno bisogno di ulteriori commenti.
Castellucci: Domenico Toscano ha un grande avvenire. E’ un ragazzo che lavora bene sotto tutti i punti di vista. Ha fame di vittorie ed è un perfezionista. Inoltre ha una grande macchina in mano, ma quando non sei in grado di guidarla è molto pericoloso. Lui invece sta conducendo una stagione di grandissimo spessore. (Francesco Palermo)

Gabriele GERETTO (Monopoli)

 

Ezio CASTELLUCCI (Igea Virtus)

Cosenza

Promossa

Cosenza

70 punti

Quota promozione

70 punti

Gela, Catanzaro, Andria, Cassino

Play-Off

Gela, Catanzaro, Andria, Cassino

Aversa, Val di Sangro, Isola Liri, Manfredonia

Play-Out

Aversa, Val di Sangro, Isola Liri, Manfredonia

Pescina

Squadra migliore

Cosenza

Aversa Normanna

Grande delusione

Vigor Lamezia

Giuseppe Saraò ( 20 anni, portiere, Monopoli)

Miglior giovane

Giampaolo Crimi (18 anni, difensore, Igea Virtus)

Domenico Toscano (37 anni, Cosenza)

Miglior allenatore

Domenico Toscano (37 anni, Cosenza)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it