Tutte 728×90
Tutte 728×90

Che fine hanno fatto? Viaggio alla ricerca dei Lupi di ieri

Che fine hanno fatto? Viaggio alla ricerca dei Lupi di ieri

Cosenzachannel è andato alla ricerca dei giocatori che, nel biennio che ha visto Mimmo Toscano in panchina, sono stati ceduti o dati in prestito. Da Cosa ad Ambrosi passando per Novello fino ad arrivare ai giovani De Luca e Guzzo. Ecco come si stanno comportando.

cosa_e_altomare

Vincenzo Cosa (33) e Luca Altomare (37)

Si dice che le vittorie arrivino con la programmazione e partano da lontano. Il Cosenza 2008-2009 è figlio di quella fantastica rosa che nel campionato scorso riuscì a conquistare la tanto agognata promozione battendo la diretta concorrente, il Bacoli Sibilla, il 27 aprile sul terreno del San Vito. Qualche calciatore di quella formazione ha cambiato casacca. Vuoi per scelta tecnica, vuoi per decisioni personale. Iniziamo da Vincenzo Cosa (33). L’attaccante tarantino, capocannoniere nella scorsa stagione con i silani, si sta confermando goleador di razza anche nelle fila del Siracusa. Con gli aretusei è arrivato a quota 19 marcature (23 presenze) e insieme ad un altro ex rossoblù, Cosimo Sarli (30), formano una delle coppie-gol più prolifiche dell’intero campionato. Chi ha lasciato il cuore in riva al Crati è senza dubbio Roberto Novello (29). Fino alla fine, lo stesso calciatore e la tifoseria cosentina, hanno sperato che questo matrimonio potesse continuare a lungo. Non è stato così e alla fine Novello si è accasato al Rovigo, squadra di Seconda Divisione girone B. Per lui tante presenze (22) e una sola rete all’attivo. Chi è rimasto sempre nella vecchia serie D è Alessandro Ambrosi (37). “Re” Alex si è avvicinato a casa e ora gioca con la Viterbese dove sta disputando un buon torneo nonostante i guai muscolari che continuano a perseguitarlo. Quarta serie anche per Maurizio Perrelli (33). Il mediano, ex Siracusa e Paganese, è ritornato a giocare in Campania con la maglia della Sangiuseppese. C’è anche qualcuno che ha appeso le scarpette al chiodo come Luca Altomare (37) che dopo un’eccellente carriera tra campi di A, B e C ha deciso di smettere. Per lui, inizialmente, si erano aperte le porte della società del presidente Paletta (nel ruolo di team manager) salvo poi volatizzarsi senza spiegazioni. Ora, Altomare gioca nel campionato Acsi Cosenza con la Marca di Gigi Marulla (45) altra bandiera rossoblù. Tre giovani promesse rossoblù, Daniele Carbone (20), Raffaele Guzzo (19) e Francesco De Luca (19), sono stati mandati a farsi le ossa nell’Hinterreggio in Serie D e hanno suscitato l’interesse di osservatori di club importanti. Sono invece sei i calciatori ceduti nel corso di questo campionato. Il giovane Calisto Bacilieri (20), è stato ceduto in prestito alla Scafatese di mister Maurizi; Giovanni Zangaro (20) è sceso in Ecellenza e ora milita nel Rossano. E’ rimasto fermo al palo il terzino ex Cervia, Antonio De Miglio (25). Il crotonese non ha ancora trovato squadra e continua ad allenarsi autonomamente. Non hanno convinto neanche i due argentini Lucas Cantoro (29) e Horacio Spinelli (26). Il primo è salito di categoria ed è in forza nel Potenza; il secondo si è trasferito in Puglia col Taranto. Per lui ottime prestazioni ma ora sarà costretto a stare fermo per più di un mese a causa di uno strappo muscolare. E’ ritornato a casa anche il gigante buono. Alen Carli (29), dopo poche apparizioni in rossoblù, ha deciso di rifare le valigie e ripartire dall’Itala San Marco, squadra a cui il marcantonio goriziano è molto legato. In Trentino, però, è stato vittima di un brutto incidente stradale e si sta riprendendo. In Eccellenza c’è anche Vincenzo Curcio (19) che milita nel Sambiase capolista e che sta sbalordendo tutti per la sua costante crescita. (Stefano Sicilia)

Related posts