Tutte 728×90
Tutte 728×90

Rugby VI Nazioni: Figuraccia Italia

Rugby VI Nazioni: Figuraccia Italia

Il decimo Sei Nazioni dell’Italia finisce con una pesante sconfitta interna contro la Francia, 8-50 al Flaminio, che condanna gli Azzurri di Nick Mallett all’ultimo posto in classifica.

php_2795Nel match che chiude il Torneo, Parisse e compagni non ripetono la prestazione positiva di una settimana fa contro il Galles e, tra il ventiquattresimo ed il trentesimo del primo tempo, tre mete dei transalpini segnano da subito il destino di un match che, sino a quel momento, aveva visto l’Italia tenere, seppur con fatica, il campo.
Al ventiquattresimo minuto, con i bleus avanti 3-6 grazie a due calci del mediano di mischia Parra, arriva il break: Chabal conquista un pallone, resiste ad un placcaggio, si rialza e schiaccia in meta. Parra centra i pali e porta gli ospiti a +10. Il tempo per recupare ci sarebbe tutto, ma nelle due azioni successive l’Italia si lascia sorprendere dagli attacchi francesi: segna prima Trinh-Duc, che con una efficace linea di corsa sorprende la retroguardia italiana, poi al trentesimo è l’ala Medard a scrivere la parola fine sulla partita. Gli Azzurri non rinunciano alla lotta, ma gli attacchi dei francesi sono veloci e violenti, in apertura di ripresa un calcio rasoterra di Mauro Bergamasco nella metà campo italiana sbatte contro le gambe di Fritz, la squadra è presa in contropiede e l’ala dei coqs trova davanti a se l’autostrada per andare a marcare il 3-32. E’ il secondo minuto e al quarto d’ora è ancora la Francia a toccare in meta con il pilone Domingo,che finalizza una lunga offensiva degli avanti nei ventidue metri del XV di Mallett. L’Italia reagisce al sedicesimo, capitan Parisse marca dopo una bella manovra offensiva su pallone di recupero ed è 8-40: nei minuti successivi gli Azzurri insistono, cercano di ridurre il passivo ma la Francia non molla e, nei dieci minuti finali, marca ancora prima con Medard, poi con Malzieu che consegnano alla squadra di Marc Lievremont il suo terzo Trofeo Garibaldi, mentre l’Italia lascia un Flaminio che, nonostante il passivo, non rinuncia ad applaudire i propri beniamini. Il XV azzurro è adesso atteso, a giugno, da un durissimo tour nell’Emisfero Sud che porterà l’Italia ad affrontare due volte l’Australia (Canberra 13 giugno, Melbourne 20 giugno) ed una la Nuova Zelanda (Christchurch, 27 giugno).
Roma, Stadio Flaminio – sabato 21marzo 2009
RBS 6 Nazioni, trofeo Garibaldi

ITALIA – FRANCIA 8-50 (3-25)
Italia: Marcato; Rubini Gi., Canale G., Bergamasco Mi., Pratichetti M. (7′ st. Quartaroli); McLean (31′ st. Orquera, 39′ st. Sbaraglini), Griffen (26′ st. Canavosio); Parisse S. (cap), Bergamasco Ma., Zanni; Bortolami (28′ st. Sole), Dellapè (12′ st. Del Fava); Nieto (17′ st. Castrogiovanni Mar.), Ghiraldini, Perugini S.
Francia: Traille; Medard, Fritz (20′ st. Bastareaud), Jauzion, Heymans (31′ st. Malzieu); Trinh-Duc, Parra (12′ st. Michalak); Bonnaire, Harinordoquy (17′ st. Picamoles), Dusatoir; Chabal, Nallett (cap, 35′ st. Thion); Marconnet (7′ st. Domingo), Szarzewski (12′ st. Servat), Barcella (34′ st. Marconnet)
Arbitro: Rolland (Irlanda)
Marcatori: p.t. 6′ cp. Parra (0-3); 14′ cp. Parra (0-6); 22′ cp. Marcato (3-6); 24′ m. Chabal tr. Parra (3-13); 28′ m. Trinh-Duc (3-18); 30′ m. Medard tr. Parra (3-25); s.t. 2′ m. Heymans tr. Parra (3-32); 7′ cp. Parra (3-35); 14′ m. Domingo (3-40); 16′ m. Parisse (8-40); 29′ m. Medard (8-45); 75′ m. Malzieu (8-50)
Note: giornata di sole, campo in ottime condizioni, 32.000 spettatori circa
Man of the match: Trinh-Duc (Francia)

Related posts