Tutte 728×90
Tutte 728×90

Serie A1 maschile. Al Tonno Callipo basteranno due set per conquistare i play off

Vibo-Montichiari chiude la regular season: con due punti, la Tonno callipo scavalcherebbe la Sisley Treviso e conquisterebbe il settimo posto
————–
Chiude oggi la regular season 2008-09 della serie A1 maschile. Come era facile prevedere per chi riuscisse ad osservare il campionato senza patemi o isterismi, il Vibo è ad un passo dalla certezza di entrare nei play off scudetto. a1m_26ma_classif
Un calendario assai bizzarro ha condizionato a lungo gli osservatori più superficiali, dentro e fuori dall’ambiente sportivo locale. Se ancora esiste qualche “lettore distratto”, spiegheremo il perché.
Nelle prima parte del campionato, la società calabrese ha dovuto affrontare le squadre più forti del nostro “pianeta Volley”. La conseguenza più immediata: Vibo è al penultimo posto (solo due  punti, al pari di Forlì), con una sola vittoria e cinque sconfitte nelle prime sei giornate.
C’era poco da lamentarsi, visto che Cicola e compagni avevano dovuto affrontare, nell’ordine, Cuneo, Piacenza, Macerata, Pineto e Perugia. Un solo “lampo”: i due punti erano arrivati grazie ad una bellissima vittoria sul campo di Piacenza.
Sembrava una brutta annata, ad un’occhiata poco attenta, ma le cose cominciarono a prendere un’altra piega già alla settima di campionato, con il “3-1” inflitto alla Sisley, in Friuli. Da quel momento in poi, Vibo le vince tutte, con una sola eccezione: perde a Modena, per tre set a uno. La classifica del campionato, alla fine del girone di andata, vede la Tonno Callipo, con 18 punti, all’ottavo posto in classifica (cioè in zona play off), ad un solo punto dalla Sisley.
A questo punto, visto che stava cominciando il girone di ritorno, ci si sarebbe aspettata un po’ di pazienza in più da parte di tante persone, per il più semplice dei ragionamenti: toccherà soffrire per qualche settimana, per poi ricominciare la scalata finale.
Ma così non è stato: da molte parti, nella nostra regione, è venuta meno la fiducia verso questa squadra. Una squadra che ha i suoi limiti “fisiologici” in alcuni fondamentali, che magari vive di fiammate esaltanti e di improvvisi black out, ma che avrebbe certamente fatto vedere altre cose pregevoli.
In tutto questo, ecco il cambio di allenatore: va via Gulinelli, arriva Uriarte. Dobbiamo dire subito che la Società è stata estremamente accorta nel proteggersi dagli “spifferi” esterni, per cui è giusto che, da fuori, si sia capito quel poco che bastava, a proposito dell’addio di Gulinelli. Va bene così.
La squadra riprende a conquistare punti: diciotto punti aveva conquistato nelle prime tredici gare, altri diciotto arrivano nelle successive dodici. Vincendo o facendo punti anche oggi, i calabresi hanno la possibilità di scavalcare la Sisley Treviso e conquistare un bellissimo settimo posto. Cambierà poco, alla fine (bisognerà affrontare la seconda in classifica anziché la prima), ma questo piazzamento resterebbe nel curriculum della Tonno Callipo ed eguaglierebbe il piazzamento ottenuto nel campionato 2004-2005, chiuso con la vittoria al tie break sul campo di Cuneo (21-19 il punteggio del quinto set).
Cosa può succedere, oggi?
Guardando la classifica, basta un punto per mantenere l’ottavo posto: la probabile vittoria del Verona sul già retrocesso Forlì, infatti, consentirebbe ai veneti di affiancare Vibo a quota 37, ma la squadra calabrese vanterebbe 13 vittorie contro le 12 di Verona, per cui sarebbe sempre ottava.
Con due punti (cioè con una vittoria al tie break contro Montichiari), Vibo salirebbe a quota 38, affiancando al settimo posto Treviso, che ha già giocato (e vinto) contro Cuneo. Vibo, però, avrebbe 14 vittorie, contro le 12 della Sisley: Tonno Callipo settimo e Treviso ottavo posto.
Con tre punti, sorpasso completo e via così. Facciamo gli scongiuri e si parte. (Sergio Lionetti)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it