Tutte 728×90
Tutte 728×90

Basket C1 M – L’Isocasa guarda al futuro

Basket C1 M – L’Isocasa guarda al futuro

I cosentini archiviata la sconfitta bruciante arrivata sulla sirena contro il Gela pensano alla prossima sfida di Napoli.

pierpaolo_carboneMessa definitivamente alle spalle la bruciante ed immeritata sconfitta casalinga di domenica scorsa contro il Gela, l’Isocasa Cosenza è già concentrata sul prossimo impegno di campionato. Si giocherà sabato sera, con inizio alle ore 19.00, sul terreno del Pontano Basket Napoli in quella che è la penultima trasferta della regular season. La sconfitta contro il Gela ha certamente complicato le cose rendendo fondamentale il match di sabato contro il quintetto campano dal quale, Pate e compagni, dovranno necessariamente uscire con i due punti in tasca per poi giocarsi tutto nelle ultime, due, giornate. L’obiettivo è di vincere tutte le tre partite, due esterne ed una casalinga, che rimangono sino alla conclusione del campionato per agguantare l’obiettivo dei play-off e, soprattutto, evitare la bagarre dei play-out. “E’ chiaro – afferma coach Carbone (nella foto) che è nostra intenzione fare bottino pieno da qui al termine della stagione regolare. Il calendario ci offre tre incontri che, almeno sulla carta, sono assolutamente alla nostra portata per cui l’obiettivo è di fare l’en-plein. Ovviamente dobbiamo giocare così come abbiamo fatto per 38 minuti domenica contro il Gela, evitando assolutamente il black-out finale che, purtroppo, è diventato oramai un motivo caratterizzante la nostra stagione. La situazione di classifica è confusa ma, al tempo stesso, estremamente fluida per cui noi dobbiamo cercare di vincere queste partite rimanenti che sono delle vere e proprie finali; poi aspetteremo anche gli altri risultati per recuperare posizioni in classifica e morale”. Ultimo allenamento in sede e venerdì e, sabato, partenza alla volta di Napoli:”Partita difficile ma che possiamo fare nostra. All’andata vincemmo in maniera abbastanza chiara, con uno scarto di 10 punti. In casa loro hanno accusato qualche battuta d’arresto ma sono una squadra che, come è giusto che sia, lotta sino alla fine. Anche il Napoli ha la necessità di fare punti per cui saranno quaranta minuti combattuti ed intensi. Spero che i ragazzi riescano a recuperare la miglior condizione possibile e che disputino una gara all’altezza delle loro possibilità, tecniche, tattiche e soprattutto mentali evitando cali di concentrazione e passaggi a vuoto”.

Related posts