Tutte 728×90
Tutte 728×90

Toscano non si fida: “Vietato sbagliare”

Toscano non si fida: “Vietato sbagliare”

Il tecnico è categorico: “Abbiamo un calendario difficile. Dietro ci sono ancora squadre in agguato”. Domani in panchina siederà il suo vice, Michele Napoli.

toscano_e_napoli

Il coach non ammette cali di tensione

Con dieci punti di vantaggio, parlare di campionato ancora aperto forse è troppo, ma a sentire il ragionamento di Mimmo Toscano (37), tutti i torti non gli si possono dare. “Abbiamo un calendario difficile e dobbiamo stare attenti a non sbagliare queste due trasferte. Vorrei che però si facesse maggiore attenzione all’impegno di domani, perché, chi insegue, se dovesse accorciare le distanze potrebbe tornare a credere di agguantare il primo posto”. E’ l’aspetto psicologico, pertanto, che preoccupa di più il tecnico rossoblù. “Nella gara contro il Gela abbiamo dimostrato di essere la squadra più forte e spero che avere la piena consapevolezza di ciò, possa far fare ai miei ragazzi un ulteriore salto di qualità. Se affrontiamo l’impegno di campionato  liberi da ogni remora mentale, nessuno al momento sarà in grado di reggere il nostro ritmo. La lotta al secondo posto non ci agevola, perché crea situazioni in cui nessuna delle inseguitrici può rilassarsi e di conseguenza anche noi non possiamo permetterci di fare dei calcoli”. Entrando nello specifico della gara di domani a Scafati, Toscano pare avere le idee chiare per quanto riguarda la formazione con Ramora pronto a scendere in campo dal primo minuto. “Spero che Paolo abbia in corpo tanta determinazione. Come Battisti contro il Gela, lui e Musacco possono dimostrare alla loro vecchia società che probabilmente qualcuno si era sbagliato nei loro confronti”. Sarà comunque una gara molto tattica e di questo Toscano ne è sicuro. “Loro difendono con una linea a 5 e noi dovrammo essere bravi nel cercare di aprire degli spazi allargando le loro maglie e cercando di bucarli d’infilata. Non sarà facile, servirà anche pazienza. E poi attenzione ai calci da fermo, in queste gare possono essere determinanti”.  (Daniele Mari)

Related posts