Tutte 728×90
Tutte 728×90

Processo “Lupi”: ricorso contro Pagliuso. Si andrà in Cassazione

Processo “Lupi”: ricorso contro Pagliuso. Si andrà in Cassazione

Il procuratore generale, Domenico Prestinenzi, insiste sul reato di truffa alla Figc da parte di Pagliuso, Fedele, Marsico e Vetere. Per tutti gli altri l’assoluzione è defintiva.

pagliuso_con_paletta_e_chianello

Pagliuso con Paletta e Chianello

Ricorso ai giudici della Suprema corte per truffa ai danni della Figc. Chi pensava che il processo “Lupi” fosse finito, dopo la conferma delle assoluzioni in Appello (17 novembre scorso) per tutti gli indagati, si sbagliava. Il procuratore generale, Domenico Prestinenzi, vuole vederci chiaro. Ed è per questo motivo che ha proposto ricorso contro quattro dei dodici indagati. Il processo di terzo grado è stato chiesto per l’ex presidente del Cosenza calcio 1914, Paolo Fabiano Pagliuso, e tre componenti dell’ex Cda: Carmelo Fedele, Pietro Marsico e Vincenzo Vetere. Il ricorso si concentra sull’accusa di truffa aggravata ai danni della Figc. E’ giusto ricordare che i quattro, sia in primo che in secondo grado, sono stati assolti da tale accusa per mancanza di querela da parte della presunta offesa. Ragion per cui il pg Prestinenzi chiederà la riforma della sentenza con la contestuale dichiarazione di prescrizioni (cosa già chiesta ai giudice dell’Appello che non avallarono tale richiesta). A tal proposito, però, va precisato che i quattro non posso più essere condannati per avvenuta prescizioni. Un dato a conoscenza del pg che comunque vuole ugualmente andare fino in fondo a questa vicenda. La notizia è stata riportata questa mattina dal “Quotidiano della Calabria” che puntualizza anche che i contributi indebitamente percepiti ammonterebbero a 2.258.337,52 euro (quasi 4,5 miliardi delle vecchie lire). Infine da segnalare che nessun ricorso è stato presentato contro gli altri otto imputati (Luca Pagliuso, Giulio Castiglia, Alberigo Granata, Aldo Perna, Romano Chirillo, Massimiliano Cozza, Vincenzo Fietler, Pietro Perna) che sono stati assolti con formula piena. (c.b.)

Related posts