Tutte 728×90
Tutte 728×90

L’Igea Virtus in coro: “Giocare contro di noi è difficile”

A fine gara tutti hanno voluto ricordare la figura di Nino Barone, il direttore giallorosso tragicamente scomparso nei giorni scorsi.

3_-_la_formazione_delligea_virtus

La formazione dell’Igea (foto Mannarino)

Ieri, per l’Igea Virtus, è stata la domenica del ricordo: uello del direttore Nino Barone, tragicamente scomparso nei giorni scrosi. A fine gara, in sala stampa, si sono presentati alla spicciolata i tesserati giallorossi. Il primo a prestarsi ai taccuini dei giornalisti è stato il centrocampista Elio Di Toro (34). “Credo che, con la gara di oggi, abbiamo dimostrato di essere maturi. Giocare contro la capolista non è mai facile. Ti da grossi stimoli, è vero, ma c’è bisogno anche di saper contrastare una corazzata come quella cosentina. Il Cosenza ha avuto qualche buona chance per passare in vantaggio. Noi, però, non siamo mica rimasti a guardare. Credo che, alla fine, il punto sia giusto anche se volevamo vincere per dedicare la vittoria al nostro ds, Nino Barone, scomparso nei gironi scorsi”. Spazio poi al presidente siciliano, Immacolato Bonina. “Contro la capolista abbiamo giocato ad armi pari. Volevo disputare un match all’altezza nel ricordo di Nino Barone. Il punto credo che sia giusto. Un passo in avanti verso il nostro obiettivo”. Chiusura dedicata al tecnico, Ezio Castellucci (53). “Credo che giocare al D’Alcontres sia difficile per tutti. Ed anche in questa circostanza, contro la capolista, lo abbiamo dimostrato. Siamo abituati a soffrire e, a differenza di altri, sappiamo che bisognerà sudare fino alla fine per meritarci la salvezza”. (c.c.)  

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it