Tutte 728×90
Tutte 728×90

De Paola: “Cosenza, mi sei rimasta nel cuore”

L’ex centrocampista rossoblu degli anni ’90 spera di partecipare alla festa promozione: “Ne sarei orgoglioso”. E su Toscano afferma: “E’ un vincente”.  

luciano_de_paola

L’ex Luciano De Paola (48)

Due anni ed un ricordo indelebile: l’urlo contro il guardalinee che, forse per paura, invertì una rimessa laterale in favore dei silani. La sua grinta era contagiosa. Luciano De Paola (48), crotonese doc, non ha dimenticato Cosenza. Né tantomeno Cosenza ha dimenticato lui. L’ex mediano rossoblu (giocò con i silani due stagioni dal 1994 al 1996 in B) è tornato a parlare del Cosenza sulle colonne di Gazzetta del Sud. “Il legame che mi lega a Cosenza è indissolubile. Ho lasciato tanti amici e tanti ricordi. Ho passato due anni indimenticabili. Nel primo ricordo che riuscimmo a sopperire alla penalizzazione di nove punti con Zaccheroni. Un campionato fantastico, irripetibile. Nel secondo, altro miracolo. Partimmo con Silipo, poi l’esonero e l’arrivo di Mutti. Ci salvammo senza patemi. Bei tempi quelli”. Il Cosenza è ad un passo dalla Prima Divisione. De Paola dimostra di aver seguito le sorti dei silani in questi anni e sottolinea. “La società ha avuto l’intelligenza di puntare, dopo la vittoria in serie D, sull’intelaiatura dell’anno scorso. Una scelta azzeccata. Cosi come il tecnico. Stimo molto Toscano. E’ un tecnico preparato oltre che un vincente. Credo sia più difficile vincere in serie D che in Lega Pro. Però, chi vince nei dilettanti e lascia intatto lo zoccolo duro può fare grandi campionati tra i professionisti. Cosenza e Sambonifacese (Seconda Divisione girone A) ne sono l’esempio lampante”. De Paola, attualmente tecnico del Darfo in Interregionale, non vede l’ora che il Cosenza festeggi la promozione. “Perché – precisa – i silani se la meritano ampiamente. Il vantaggio accumulato è tanto e ormai si aspetta solo il momento di poter festeggiare. Mi immagino cosa stia accadendo in città”. In realtà, in città, non è ancora esplosa la “Cosenza-mania”. A differenza di un anno fa quando, di questi tempi, ogni via era colorata di rossoblu in attesa della sfida col Bacoli (27 aprile 2008). In attesa dei festeggiamenti, però, De Paola si prenota. “Domenica sono impegnato con il Darfo in campionato. Ma se dovesse arrivare una chiamata partirei subito per partecipare ai festeggiamenti. Sarei orgoglioso di poter partecipare alla festa promozione dei Lupi. Sarebbe stupendo riabbracciare tanti amici e ritorna in una città che mi è rimasta nel cuore. Sarei disponibile anche per qualche partita delle vecchie glorie”. Insomma, il messaggio è chiaro. Qualora si organizzi qualcosa Luciano De Paola c’è. Basta solo una chiamata. (er.pa.)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it