Tutte 728×90
Tutte 728×90

Paletta: “Il futuro della società? Parleremo dopo il derby”

Il presidente del Cosenza ammette: “Sicuramente ci sono delle cose da dire. Le renderemo note dopo Catanzaro-Cosenza”. E poi un ringraziamento: “A me stesso. Per due anni mi sono dedicato solo al Cosenza”.

il_presidente_damiano_palettaNon vede l’ora di festeggiare. Del resto già ieri, durante la trasmissione sportiva “Diretta Radio Sport” su Rlb, il presidente Damiano Paletta (57) lo aveva detto: “Spero che da domani (oggi, ndr) si inizi, in città e provincia, a preparare la festa”. La matematica sta per strizzare l’occhio ai rossoblù per il secondo anno consecutivo. E c’è chi è pronto a fare qualche “fioretto” nel giorno della festa. “Tranne io però. Quest’anno niente taglio di baffi o altro. Questo tipo di fioretto si fa una volta sola. Però, posso assicurare che ci saranno molte sorprese. Ci sono personaggi cosentini importanti che vogliono partecipare alla festa. Inoltre, abbiamo invitato anche Michael Cipolla (il piccolo di San Marco Argentano scomparso e ritrovato dopo ore di ricerche, ndr)”. Bacoli prima, Gela poi hanno cercato di fermare invano la corsa della squadra di Toscano. Ma, per la seconda volta consecutiva, il Cosenza si appresta a festeggiare una meritata promozione in Prima Divisione. “Un altro scalino in più nel mondo dei prof – precisa il patron – a testimonianza del lavoro certosino fatto in questi due anni”. Una categoria dove il Cosenza potrà confrontarsi con realtà più prestigiose. ” Le avversarie dell’anno prossimo sono di spessore: Perugia, Foggia, Avellino. Comincia ad essere un ambiente consono a questa città”. Possibile anche che, nella prossima stagione, i gironi vengano formati diversamente (non più nord-sud ma est-ovest). “Possibile ma è prematuro parlarne oggi. Ad agosto la Lega deciderà prima di fare i gironi. Posso dire che, ad oggi, la nostra società ha un peso importante in Lega e cercheremo di capire cosa fare. Può darsi che verranno stilati i gironi per evitare di mettere insieme tifoserie bollenti. Ma, ripeto, parlarne adesso è riduttivo e non posso neanche dire se preferirei essere inserito nel girone meridionale o in un altro girone”. A tenere banco è anche il futuro societario. Paletta non si nasconde. “Da qui a qualche settimana daremo notizie sulle società. Dopo Catanzaro faremo sicuramente qualche dichiarazione. Qualcosa da dire c’è e ne parleremo a tempo debito”. Poi, Paletta a precisa domanda su quale sia stato il momento più difficile in questi due anni, sottolinea. “Sicuramente dopo la sconfitta con l’Acicatena e il pari interno con la Rosarnese. In quel periodo sono girate voci false e tendenziose. E’ stato un momento in cui il giocattolo stava per rompersi. Alla fine, però, questa società ha dimostrato di essere unita”. Chiusura con un ringraziamento. “A me stesso. Consentitemelo. Per ben due anni ho dimenticato tutto per dedicarmi al Cosenza calcio. Ho superato tante difficoltà insieme a grandi amici. Adesso voglio fermarmi un po’ e vedere cosa c’è da fare”. A breve ne sapremo certamente di più. (Piero Bria)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it