Cosenza Calcio

Il Gela consolida il secondo posto. Battuta la Val di Sangro (2-0)

Al “Presti” i siciliani si impongono grazie alle reti di Franciel (6’st) ed Esposito (45’st). Ospiti in dieci per 65′ a causa dell’espulsione del portiere Ameltonis. Nell’altro recupero pari tra Isola Liri e Pescina (1-1).

gol_gela_gelacalcio.itIl Gela consolida il secondo posto battendo la Val di Sangro. I siciliani, dopo il recupero, rosicchiano tre punti al Cosenza (ora lontano sette lunghezze). La gara è viziata dall’espulsione del portiere ospite Ameltonis al 24′ per doppia ammonizione. E’ nella ripresa che gli uomini di Cosco si svegliano. Un sontuoso Franciel (6’st) e l’esterno P. Esposito chiudono la pratica per la felicità dei tifosi gelesi. La Val di Sangro prova timidamente, in inferiorità numerica, ad impensierire i siciliani. Ma l’uomo più pericoloso per gli abruzzesi è il portiere del Gela, Cecere, che in due circostanze rischia di combinarla grossa. Il portiere è fortunato con la sfera che termina, in entrambi i casi, di poco a lato. In virtù del risultato odierno tra Gela e Val di Sangro, il Cosenza dovrà sperare in un pareggio o una sconfitta dei siciliani (domenica impegnati a Noicattaro) per festeggiare contro il Cassino la matematica promozione. Nell’altro recupero Isola Liri e Pescina decidono di dividersi la posta in palio (1-1). (p.b.)
CRONACA. Al “Presti” sfida testa coda tra Gela e Val di Sangro. Gara che è iniziata con qualche minuto di ritardo. Cosco conferma la squadra che ha vinto contro il Catanzaro. Al fischio d’inizio è subito un Gela arrembante. Soprattutto sulle fasce la squadra di Cosco prova a dare ritmo al proprio gioco. Al 5′ punizione di Alessandrì che pesca Unniemi. Quest’ultimo di testa non riesce ad inquadrare la porta. Al 12′ tacco delizioso di Alessandrì che serve Marinucci Palermo. Il centrocampista trova un corridoio per Franciel che sciupa davanti ad Ameltonis (ammonito al 10′ per aver perso tempo durante una rimessa dal fondo). Al 19′ ancora Esposito protagonsita. L’esterno imbeccato da un sontuoso Alessandrì non riesce ad impensierire l’estremo difensore avversario. Val di Sangro in difficoltà con il Gela che sosta costantemente nella metà campo avversaria. Al 24′ espulso il portiere Ameltonis colpevole di aver toccato con una mano il pallone fuori dalla propria area di rigore per anticipare Ambrosecchia. Val di Sangro in dieci uomini per i restanti 65′. Il tecnico abruzzese Petrelli costretto a sostituire Campli con il secondo portiere Leacche. Al 29′ discesa di Ambrosecchia che pesca nel cuore dell’area di rigore Franciel che spedisce a lato. Al 31′ Esposito trova il fondo. Il suo cross trova Unniemi che a colpo sicuro colpisce la traversa. Val di Sangro che bada esclusivamente a difendersi. Al 35′ Unniemi cade platealmente in area di rigore ma l’arbitro, il sign. Cafari di Cassino, lascia continuare. Al 43′ Schiavon ammonito per fallo da tergo. Al 46′ Val di Sangro vicino al gol. Memmo conclude dai trenta metri con la sfera che non viene trattenuta da Cecere. La palla sembra rotolare in rete ed in realtà sfiora il palo e termina sul fondo. Dopo 5′ di recupero finisce il primo tempo. Nella ripresa cambio, il secondo, per la Val di Sangro che fa entrare Curcio al posto di Mangoni. Al 2’st Franciel si coordina e col destro lascia partire un tiro che fa la barba al palo. Al 6′ Franciel non perdona. Il suo destro di precisione si insacca alla sinistra di Leacche per il vantaggio dei padroni di casa. Al 10′ terza sostituzione per gli ospiti (fuori Sensi e dentro Rogato). Poco più tardi sostituzione di Cosco che, al 13’st, lascia spazio a G. Esposito per Alessandrì. Quest’ultimo tra i migliori in campo viene applaudito dai suoi tifosi. Al 18’st fermato Gaeta sul filo del fuorigioco. Al 21’st occasionissima per Staffolani. Il giocatore si invola nella trequarti avversaria in classica azione di contropiede con la Val di Sangro sbilanciata. Invece di provare la conclusione il giocatore cerca il passaggio per l’accorrente Gaeta anticpato da Curcio. Al 28’st Grillo fa tutto da solo. Da destra il suo tiro-cross costringe Cecere a smanacciare in agolo. Sugli sviluppi del quatro corner per gli ospiti nulla di fatto. Al 31’st secondo palo dei padroni di casa con Staffolani. Al 38’st terzo legno per i padroni di casa. G. Esposito dal limite disegna una traiettoria che supera Leacche. La sfera, però, si stampa sulla traversa. Al 41’st Val di Sangro pericolosissima su calcio piazato. Memmo insidia la porta di Cecere. Sul contropiede successivo viene annullato un gol al Gela. Franciel viene fermato per posizione di off-side. Al 45’st raddoppio del Gela. Punizione di Schiavon che scodella nel cuore dell’area di rigore. P. Esposito lasciato solo si coordina e di testa batte l’incolpevole Leacche. Dopo 4′ di recupero l’arbitro fischia la fine tra la gioia dei tifosi di casa.

ISOLA LIRI-PESCINA (1-1): Accade poco nel primo tempo. Nella ripresa (5’st) il gol di Cori che porta in vantaggio i laziali. Al 10’st Matrisciano lascia i padroni di casa in dieci (fallo di mano sulla linea di porta) e regala un rigore agli ospiti. Spietato Bettini dagli undici metri che ristabilisce la parità.

I due tabellini:
GELA-VAL DI SANGRO 2-0
GELA (4-4-1-1):
Cecere 6,5; Nigro 6, P. Esposito 7,5, Fernandez 6,5, Ambrosecchia 6 (5’ st Staffolani 6); Gaeta 6,5 (39’ st Galuppi sv) Marinucci Palermo 6,5 Schiavon 6,5 Unniemi 6,5; Alessandrì A. 7 (14’ st G. Esposito 6,5); Franciel 7,5. A disp.: Ferla, Romaggioli, Iannini, Rivecchio. All.: Cosco.
VAL DI SANGRO (4-3-2-1):
Ameltonis 4; Del Grosso 6,5 Sensi 6 (10’ st Rogato 5,5) Paolacci 5,5 Mangoni 6; Mazzetto 5,5 Ruggiero 6 Campli 5,5 (25’ pt Leacche 6,5); Grillo 6 Paris 5,5; Memmo 6 (1’ st Curcio 5,5). A disp.: Perfetti, Napolano, Carafa, Alessandrì E. All.: Petrelli.
ARBITRO:
Cafari Panico di Cassino.
MARCATORI:
6’ st Franciel, 44’ st P. Esposito.
NOTE:
Spettatori 1.500 circa. In casso devoluto interamente alla popolazione dell’Abruzzo. Espulso: Ameltonis (VDS) al 24’ pt per fallo di mano fuori area. Ammoniti: Schiavon (G), Paolacci (VDS). Angoli 5-1 per la Val di Sangro. Rec.: 4’ pt, 3’ st.

ISOLA LIRI – PESCINA VALLE DEL GIOVENCO 1-1
ISOLA LIRI (4-1-4-1):
Fioroni 6; Matrisciano 5,5 Sannibale 6,5 Cagnale 6 Dolcemascolo 6; Giacalone 6 (23’st Buiktus sv); La Cava 6,5 (29’st Luciani) D’Alessandro 6,5 Mollo 6 Tortori 5,5 (1’st Cori 6,5); Pignalosa 5,5. A disp.: Tomei, Barchiesi, D’Imporzano, Ranalli. All.: Zecchini.
PESCINA VdG (4-4-2):
Bifulco 6,5; Gentili 6 Petitto 6 Miale 6,5 Piva 6; Rosamilia 5,5 (26’st Locatelli sv) Giordano 6,5 De Angelis 6 Cruciani 6; Berra 5,5 (1’st Arcamone 6) Bettini 6 (35’st Censori sv). A disp.: Merleti, Pomponi, Silvestri, Pietrobatista. All.: Perrone.
ARBITRO:
Bagarini di Fermo.
MARCATORI:
4’st Cori (I), 7’st Bettini (P, rig.).
NOTE:
spettatori 1.500 circa con l’intero incasso devoluto alle popolazioni di Abruzzo. Espulsi: al 6’ st Matisciano (I) per fallo di mano. Ammoniti: Petitto (P), Sannibale (I), La Cava (I). Angoli 8-1 per l’Isola Liri. Rec.: st 5’.

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina