Cosenza Calcio

Il punto sulla trentunesima giornata di LP2-C

Andria e Pescina battono 4-2  Melfi e Vibonese e si difendono dagli attacchi de Cassino. Male il Gela a Noicattaro. Il Manfredonia batte il Val di Sangro.

esultanza_noicattaro

L’esultanza del Noicattaro

La giornata numero trentuno doveva essere quella dei verdetti, ma invece non ha espresso assolutamente niente se non la sconfitta del Cosenza in casa con il Cassino e la quasi matematica retrocessione della Vigor, piegata al “D’Ippolito” dall’Aversa Normanna. Il Gela cade a Noicattaro dopo essere passata in vantaggio, mentre il Catanzaro ringrazia Montella che evita alle aquile un’altra sconfitta. In chiave playoff importantissimi i successi di Andria e Pescina che battono Melfi e Vibonese (al “Razza” e sempre più nei guai) entrambe per 4-2. Nella sfida che valeva la salvezza diretta tra Manfredonia e Val di Sangro, la spuntano i pugliesi grazie ai gol di Marchano, Sifonetti e Perrone. Pareggi in Isola Liri-Monopoli e Igea Virtus-Scafatese. Ecco tutti i tabellini di giornata: ANDRIA – MELFI 4-2
ANDRIA (4-3-3):
Spitoni 6; Goisis 6 Sgarra 6,5 Sportillo 6 Di Simone 6; Iennaco 6 Ottobre 6 (21′ st De Santis 6) Rizzi 6,5 (26′ st Rescio sv); Strambelli 6,5 Mastrolilli 7 (9′ st Di Cosmo 6) Cavaliere 6. A disp.: Amadio, Ceppitelli, Cazzarò, Rebecchi. All.: Loconte 7.
MELFI (4-4-2): Russo 5,5; Fumai 6 (30′ st Bizzarri sv) Gabrieli 6 (30(10′ st Ferrato 6) Castaldo 6 Gambi 5,5; Gilfone 5,5 Bacchiocchi 6 Maisto 6,5 Frasca 5,5 (19′ st Maio 5,5); De Angelis 7 Torre 5,5. A disp.: Merlano, Sciannamè, Petagine, Merini. All.: Palumbo 5,5.
ARBITRO: Bagalini di Fermo 7.
MARCATORI: 3′ pt Mastrolilli (A), 5′ pt De Angelis (M), 25′ pt Mastrolilli (A), 33′ pt De Angelis (M), 3′ st Sgarra (A), 12′ st Rizzi (A).
NOTE: Spettatori 2.500 circa (1.400 abbonati e 900 paganti) per un incasso totale di 10.000 euro. Angoli 5-1 per l’Andria. Ammoniti: Fumai, Strambelli, Maio. Recupero: 1′ pt, 5′ st.

BARLETTA-CATANZARO 1-1
BARLETTA (4-4-2):
Furlan 6 Mastronicola 5,5 (2′ st Moring 5) Fabbro 6,5 Daleno 6 Tangorra 5,5 Sabini 6,5 Merito 6 Vignola 5,5 (39′ st Iervolino sv) Laviano 5,5 (26′ st Omolade 5) Salvagno 5,5 Caracciolese 5,5. A disp.: Monaco, Toscano, Rizzi, Polidori. All.: Sanderra 5.5
CATANZARO (4-4-2): Mancinelli 6 Montella F. 6 Armenise 5,5 (7′ st Corapi 6,5) Gimmelli 6 Di Maio 6,5 Benincasa 6,5 Mangiacasale 5,5 Berardi 6,5 Iannelli 5,5 (29′ st Bruno sv) Caputo 6 (40′ pt Montella A. 6,5) Tomi 6. A disp.: Parisi, Di Meglio, Sorrentino, Falomi. All.: Provenza 6.
ARBITRO: Pagano di Torre Annunziata 6,5.
Guardalinee: Izzo e Ciampa.
MARCATORI: 18′ pt Fabbro (B), 16′ st Montella A. (C).
NOTE: Stettatori 1.700 circa di cui un centinaio provenienti da Catanzaro. Amm: Salvano (B), Tomi (C).Angoli: 4 – 3 per il Barletta. Rec.: pt 5′, st 3′.

IGEA – SCAFATESE 1 – 1
IGEA V. (4-4-2):
Di Masi 6; Scopelliti 6 Agius 6,5 Alizzi G. 6,5 Panarello 5; Di Miceli 6,5 Matinella 6 Di Toro 6 Crimi 6,5 (1′ st Russo 6); Ricciardo 6 (1′ st Criniti 6) La Porta 6 (40′ Bongiovanni sv). A disp.: Romano, Giardina, Condello, D’Anna. All.: Castellucci 6.
SCAFATESE (3-4-3): De Felice 6; Marini 6 Rapino 6 Terracciano 6; Lagnena 6,5 Avallone 6 Basile 5,5 (1′ st Marzocchi 6) Corsale 6,5; Izzo 6 Martone 6,5 Varriale 6. A disp.: Spicuzza, Baylon, Correale, Davanzo, Di Candilo, De Luca. All.: Maurizi 6.
ARBITRO: Bindoni di Venezia 5,5.
MARCATORI 1′ pt Crimi, 17′ Martone
NOTE: cielo sereno, mille spettatori (ingresso gratuito). Espulso al 40′ pt Panarello per gioco falloso. Ammoniti Scopelliti, Basile, Varriale. Angoli 1-1 (pt 1-0 per l’Igea). Recupero: 3′ pt, 1′ st.

ISOLA LIRI – MONOPOLI 1-1
ISOLA LIRI (4-2-3-1):
Fiorini 6,5; Brunetti 6,5 Sannibale 6 Dolcemascolo 6 (33′ st D’Imporzano sv) Risi 5,5; Mollo 5 Giacalone 4; Luciani 5 (10′ st Cori 6) Tortori 6 D’Alessandro 6,5; Pignalosa 5,5. A disp.: Palladinelli, Barchiesi, Bombara, Buitkus, Ranalli. All.: Zecchini 6.
MONOPOLI (4-3-1-2): D’Urso 6,5; Colella F. 6 Turone 6 Thackray 6,5 Gambuzza 6; Santarelli 6,5 Minopoli 6 Bonfardino 5; Szatmari 6,5 (27′ st Tinoco 6); Balistreri 6 (12′ st Lacarra 6) Carbonaro 6 (37′ st Lorusso sv). A disp.: Saraò, Colella G., Gatto, Lanzolla. All.: De Rosa 6.5
ARBITRO: Tasso di La Spezia 6.
MARCATORI: 8′ st Santarelli (M), 43′ st Sannibale (I).
NOTE: spettatori: 400 circa; angoli: 7-3 per l’Isola Liri; Espulsi: Mollo al 14′ st per somma di ammonizioni. Ammoniti: D’Alessandro (I), Cori(I), Santarelli (M), Lorusso (M). recupero: pt 2′, st 4′.

MANFREDONIA-VAL DI SANGRO 3-2
MANFREDONIA (4-4-2)
: Pelagotti 5; Serao 6 (43′ st Parisi sv) Bortel 6 Nossa 6 Patti 6; Arigò 7 Vitiello 6 Pirrone 6,5 Sifonetti 7,5; Romano 6,5 (32′ st Napolitano sv) Marchano 6,5 (18′ st Napoli 6). A disp.: Fortunato, Schettino, Macrì, Giglio. All.: D’Arrigo 6,5.
VAL DI SANGRO (4-5-1): Leacche 5,5; Del Grosso 5,5 Paolacci 5,5 Sensi 6 Mangoni 6; Grillo 6,5 Sireno 6 Mazzetto 6 Ruggiero 5,5 (16′ st Campli 6) Fiorotto 5,5 (6′ st Perfetti 6,5); Memmo 6 (6′ st Paris 6,5). A disp.: Cinalli, Rogato, Curcio, Alessandrì. All.: Petrelli 5.
ARBITRO: Borracci di San Benedetto del Tronto 6
Guardalinee: Santangelo e Di Lascio.
MARCATORI: 30′ pt Marchano (M), 32′ pt Sifonetti (M), 11′ st Perfetti (V), 31′ st Pirrone (M), 36′ st Grillo (V).
NOTE: spettatori 2.000 circa. Ammoniti: Serao (M), Vitiello (M), Pirrone (M), Marchano (M), Grillo (V) Sensi (V).
Angoli 7-5 per il Manfredonia. Rec.: 4′ pt; 3′ st

NOICATTARO – GELA 2-1
NOICATTARO (4-3-3):
Sassanelli 6; Allegrini 6,5 Lollini 6,5 Lucioni 7,5 Degiorgi 6; Piano 7 Menolascina 7 Piccinni 7; Zotti 6,5, De Lorenzo 7 (45´st Pezzana sv) Siclari 7 (20´st Colluto 6,5). A disp.: Cilli, Perrone, Dimuro, Coppola, Pongo. All.: Sciannimanico 7.
GELA (4-4-2): Cecere 5,5; Nigro 5 D´Aiello 5,5 Esposito 5,5 Ambrosecchia 6; Iannini 6,5 Marinucci Palermo sv (22´pt Schiavon 5,5); Gaeta 5,5 (24´st Galuppi 5,5) Alessandrì 6,5 (10´st Staffolani 5,5) Unniemi 5,5 Franciel 6,5. A disp.: Ferla, Esposito, Fernandez, Russo. All.: Cosco 5
ARBITRO: Ceccarelli di Terni. 6
NOTE: spettatori 400 circa. ESPULSO: al 30´st Nigro (G). Ammoniti: Zotti (N), Colluto (N), Menolascina (N), Siclari (N). Angoli 2-2. Recuperi: pt 3′ ; st 5′.

VIBONESE-PESCINA 2-4
VIBONESE (4-4-1-1) : Bastiera 5; Orefice 5 Ranellucci 5,5 Bianciardi 5 Bica 6; Ruscio 6,5, Pirrone 6 ( 37′ st Marangon 5,5), Kulenthiran 6 ( 31′ st Di Franco sv) Polito 5,5; Falco 6 ( 16′ st Taua 5); Oudira 6,5. A disp.: Bagnato, Genesio, Sgambato, Scozzese. All.: Galfano 4,5
PESCINA (4-4-2) : Bifulco 6; Locatelli 6, Petitto 6, Blanchard 6,5, Piva 6; Rosamilia 6 (30′ st Pietrobattista 6) Giordano 4 De Angelis 6,5 Silvestri 6 ( 15′ st Cruciani 7,5); Bettini 7 Arcamone 7 (41′ st Gentili sv). A disp.: Mereltti, Miale, Cruciani, Laboragine, Censori. All.: Perrone 7. MARCATORI: 8’pt e 46’st Bettini (P), 19′ pt Oudira (V), 27′ pt Ruscio (V), 28′ e 35′ st Cruciani (P).
ARBITRO: Zonno di Bari 5
NOTE: Spettatori 200 circa. Espulso: 45’pt Giordano (P) per doppia ammonizione Ammoniti: Giordano (P), Ranellucci (V), Falco (V), Kulenthiran (V), Locatelli (P), Ruscio (V), Bianciardi (V), Pietrobattista (P). Angoli 0-6. Recuperi: 2 pt: 5’st.

VIGOR LAMEZIA-AVERSA NORMANNA 1-2
V.LAMEZIA (4-4-2):
Panico 5; Caruso 7 (39’st Perri sv) Cascone 6 Scalise 7 Di Donato 6; Sanso 5 Lopetrone 6 Clasadonte 6,5 (35’st Paonessa sv) Rondinelli 6; Sergi 5,5 Manca 6,5 (27’st Cavalieri sv). A disp.: Forte, Bilotta, Pallone, Alvino. All.: Barone 5.
AVERSA (4-3-1-2): Pettinari 6; Panini 5 (24’st Longo 7) Di Girolamo 6 Maraucci 6,5 Pagano 6; Franzese 6 Chietti 7 Zolfo 6 (5’st Arini 6); Sibilli 6,5; Prisco 5 (15’st Perna 6) Marasco 6. A disp. Polise, Chirico, Avolio, Palmiero. All.: Sergio 7.
ARBITRO: Irrati di Pistoia 7.
MARCATORI: 5’pt Maraucci (A), 13’st Di Girolamo (aut., A), 32′ st Longo (A).
NOTE: spettatori 500 circa, con 30 ospiti. Ammoniti: Sanso (V), Rondinelli (V), Zolfo (A). Angoli: 6-3 per l’Aversa. Rec. pt 1′, st 0′.

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina