Tutte 728×90
Tutte 728×90

Chianello: “Da lunedì al via la campagna abbonamenti per la prossima stagione”

Chianello: “Da lunedì al via la campagna abbonamenti per la prossima stagione”

L’amministratore delegato precisa: “Dalla risposta dei tifosi capiremo se programmare in un certo modo”. E sulla tessera del tifoso: “Non bisogna vederla come divisione tra buoni e cattivi”. Prevista tra una settimana l’assemblea societaria per discutere del futuro.

pino_chianello_e_luca_altomare

L’ad Chianello insieme a Luca Altomare

Due anni di gioie. Due anni in cui il Cosenza è riuscito a vincere conquistando i tifosi. Tutti, indistintamente, hanno apprezzato il lavoro di una società che è riuscita a mantenere le promesse fatte in una calda giornata estiva di due anni fa. L’amministratore delegato, Pino Chianello, intervistato da Eliseno Spostato questa mattina dopo la foto ufficiale della squadra allo stadio San Vito, ha parlato in maniera particolare del futuro. Eh si, perché per programmare c’è bisogno di anticipare i tempi. Ad iniziare da lunedì quando verrà dato il via alla campagna abbonamenti per la prossima stagione. “E’ nostra intenzione cominciare sin da lunedì con la campagna abbonamenti. In tal senso stiamo valutando l’ipotesi di una rateizzazione, appoggiandoci a qualche o più istituiti di credito, per fare in modo di andare incontro alle esigenze di tutti. Dalla risposta che avremo capiremo se programmare in un certo modo il futuro. Il mio sogno è raggiungere una quota abbonati di 15.000 persone”. Ed a proposito di programmi. Chianello precisa. “In questo momento ci godiamo il bis che ci consegna alla storia. Due anni fa abbiamo sottolineato che il nostro progetto prevedeva, in cinque anni, la conquista della serie B. Finora abbiamo mantenuto fede alle promesse fatte ed è sicuramente un ottimo punto di partenza non essendo neppure a metà del percorso. Le responsabilità? Se vogliamo aumentano ma di certo, adesso più che prima, possiamo programmare con una certa serenità”. E a capirlo sono stati anche i tifosi che domenica daranno il giusto tributo a Toscano e ai suoi ragazzi. A proposito di tifosi. Per l’anno prossimo è stata istituita la “tessera del tifoso”. Ma sembra che a Cosenza non ci sia molta voglia di sottoscriverla. “Si va verso una cultura diversa – sottolinea l’ad del Cosenza -. Puntiamo a fidelizzare il tifoso medio. In questi due anni gli ultras sono stati esemplari. Le multe che abbiamo preso sono state poche a testimonianza di una tifoseria ormai matura. Credo che la tessera del tifoso non debba essere vista come una divisione tra buoni e cattivi. Bisogna vederla come partecipazione al progetto della società. Chi sottoscriverà la tessera avrà tanti vantaggi”. Chiusura dedicata al futuro societario. “Settimana prossima ci sarà l’assemblea dei soci. Faremo un bilancio e vedremo se sarà compito nostro o di altri tracciare le linee guida per un progetto vincente che dia a Cosenza la possibilità di ritrovare il prima possibile la cadetteria. Di certo, posso assicurare che noi non vogliamo abbandonare un progetto che ci ha visti protagonisti fino ad oggi. E’ nostra intenzione fare entrare in società degli imprenditori più che dei soci. Fatto questo ci aspettiamo che ci venga data una mano anche dalla istituzioni”. (Piero Bria)

Related posts