Tutte 728×90
Tutte 728×90

Pescina-Cosenza: il Casms ha deciso la chiusura del settore ospiti

Pescina-Cosenza: il Casms ha deciso la chiusura del settore ospiti

Un provvedimento simile a quello della gara dei rossoblù è stato preso per altre quattro partite, una di A e tre di Prima Divisione.

coreografia_cosenza-gela

I supporter rossoblù contro il Gela

Dalla riunione del Comitato di Analisi per la Sicurezza sulle Manifestazioni Sportive sono emerse le decisioni che fanno il verso alle valutazioni espresse dall’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive rispetto agli incontri “considerati a rischio” per le prossime giornate di campionato. Come era prevedibile, le trasferte dei supporter silani sono terminate a Monopoli, perché dopo lo stop di Catanzaro, anche il settore ospite dello stadio di Avezzano (dove gioca il Pescina) non sarà accessibile ai sostenitori di fede silana. L’appuntamento con il “red&blue tour” è pertanto è rimandato al Supercoppa e poi al campionato di Prima divisione, dove gli stadi da invadere saranno finalmente all’altezza delle curve del San Vito. Ecco il comunicato integrale del Casms:
“Il CASMS ha determinato la chiusura del settore ospiti per la gara
“Roma – Catania” (Serie A) 16/5/2009.

Il Comitato ha determinato, altresì, la chiusura del settore ospiti per le seguenti gare:
“Foggia – Crotone” (1^ Divisione) 17/5/09
“Juve Stabia – Paganese” (1^ Divisione) 17/5/09
“Potenza – Benevento” (1^ Divisione) 17/5/09
“Pescina V.G. – Cosenza” (2^ Divisione) 17/5/09

Il Comitato ha altresì ritenuto di poter favorire l’accesso al settore ospiti delle gare segnalate, ad alcune categorie di spettatori quali le famiglie, i ragazzi delle scuole, le associazioni di anziani. Per la gara “Juventus – Atalanta” del prossimo 17 maggio l’organismo collegiale ha disposto la vendita di un solo tagliando per i tifosi ospiti con incedibilità del biglietto stesso ed esclusivamente presso le ricevitorie individuate dalle competenti Questure. Ciò in relazione al comportamento di una frangia di tifosi bergamaschi che, al termine della partita dello scorso 2 maggio Albinoleffe -Brescia, ha messo in atto comportamenti violenti nei confronti di tifosi del Brescia. Al riguardo il CASMS ha commentato positivamente i provvedimenti presi dalle Forze dell’ordine nell’immediatezza dei fatti e auspicato sempre maggior fermezza e rigore nei confronti dei tifosi violenti anche al fine di poterli distinguere in maniera netta dalla grande maggioranza dei supporter che intende seguire la propria squadra per godere dello spettacolo in modo sereno e gioioso.
RAZZSMO. Il Comitato ha altresì commentato la recente circolare del Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza – Prefetto Antonio Manganelli, con la quale, dopo i soddisfacenti risultati conseguenti all’emanazione delle norme sugli striscioni a sfondo razzista, si intendono creare le condizioni affinché episodi di discriminazione avvenuti anche di recente siano puniti con maggior rigore. Con la predetta circolare infatti è stata contemplata l’ipotesi della sospensione dell’incontro anche nel caso in cui vengano intonati cori che esprimono intolleranza razziale, religiosa o etnica. Il Comitato ha altresì posto l’attenzione sulla prossima finale di Tim Cup tra la Lazio e la Sampdoria in programma a Roma il 13 maggio per la quale è previsto l’arrivo nella capitale di circa 20.000 supporter da Genova. Da tutte le limitazioni determinate nel corso della riunione sono esclusi, per l’intero territorio nazionale e per qualsiasi incontro, i possessori della “TESSERA DEL TIFOSO” rilasciata, in conformità alledirettive impartite, da qualsiasi società sportiva abilitata.”

Related posts