Tutte 728×90
Tutte 728×90

Mortelliti: “Cosenza mi ha incantato. Ho voglia di restare a lungo”

Mortelliti: “Cosenza mi ha incantato. Ho voglia di restare a lungo”

L’attaccante, che ha il contratto in scadenza nel 2010, precisa: “Io e la mia famiglia ci troviamo benissimo”. E in attesa della promozione: “Non ho mai giocato di fronte ad un pubblico così numeroso”.

ciccio_mortelliti_in_primo_piano

Francesco Mortelliti (32) in allenamento

Il sole è tornato a splendere sul Cosenza. Ed allora i ragazzi di Toscano dispensano sorrisi. Più che la giornata primaverile, però, è l’attesa della festa che rende i giocatori carichi e vogliosi. Uno di questi è Ciccio Mortelliti (32). L’attaccante non sta nella pelle. “Non vedo l’ora di poter festeggiare domenica la seconda promozione consecutiva per il Cosenza ma anche per il sottoscritto”. E sì perché, per il goleador rossoblù, si tratta delle seconda promozione in due anni dopo quella conquistata con il Portogruaro nella passata stagione. Mortelliti precisa. “In realtà, nella mia carriera, ho ottenuto cinque promozioni. Il caso ha voluto che riuscissi ad a conquistare sempre la Prima divisione salvo poi andar via nella stagione successiva. Questa volta, però, vorrei fermarmi. Il contrato scade nel 2010, dipendesse da me resterei qui per sempre. La mia famiglia ed io ci troviamo benissimo. E poi c’è una tifoseria ed uno stadio stupendo”. C’è una differenza, però, tra la promozione ottenuta col Portogruaro e quella che si materializzerà tra pochi giorni. “Non ho mai giocato di fronte ad un pubblico così numeroso come quello che si prevede domenica. Questo mi da ancora più carica”. Una carica speciale che l’attaccante spera di tradurre in gol. “Non segno da un bel po’. Ma non mi pesa più di tanto. Sono arrivato qui a Cosenza e mi sono presentato con quattro reti consecutive. Siamo riusciti a portare il vantaggio sul Gela da +2 al +12. Poi inconsciamente ci siamo rilassati, compreso il sottoscritto. Certo che vorrei arrivare in doppia cifra come marcature. Contando i gol fatti a Portogruaro me ne mancherebbe solo uno”. Prima di chiudere gli si chiede quale calciatore della rosa del Cosenza vedrebbe bene in Prima Divisione, ma l’attaccante glissa senza tanti complimenti: “Fosse per me, per come mi hanno accolto e quello che è il valore umano all’interno del gruppo, confermerei tutti. Comunque va fatto un plauso enorme a questa società e quest’ambiente perché uscire dalla serie D alla grande come ha fatto il Cosenza non è per niente facile”. Chiusura con stile. “Evitiamo di parlare ora del prossimo campionato. Poi, dalla prossima settimana, si vedrà. Adesso godiamoci la festa”. (Daniele Mari)

Related posts