Tutte 728×90
Tutte 728×90

Ambrosi, la saracinesca della squadra: “Mi piacerebbe restare qui”

Ambrosi, la saracinesca della squadra: “Mi piacerebbe restare qui”

Il portierone è il meno battuto d’Italia e confessa: “Sto imparando il dialetto”. E sulla promozione: “Non ci sono parole per esprimere la mia felicità”.

ambrosi_festeggia

Ambrosi, il miglior portiere della LP2-C

Contro di lui, gli attaccanti avversari hanno avuto parecchie difficoltà a far centro. Stefano Ambrosi, è stata un’altra pedina fondamentale nello scacchiere disegnato da Mimmo Toscano. “Sono contentissimo, non ci sono parole per esprimere tutta la mia felicità e soddisfazione”. L’estremo difensore silano è stato uno dei pochi a rimanere con la maglietta addosso. “E’ un gesto doveroso -spiega il numero uno rossoblù – ho promesso la casacca ad un ragazzo che in questo momento non può essere qui a festeggiare con noi perché diffidato. Sono uno che mantiene le promesse”. Il trentaquattrenne Stefano Ambrosi non si sente un “vecchietto”. “Sono uno dei più grandi del gruppo ma quando c’è da fare il burlone  sono sempre uno dei primi”. La prossima stagione il Cosenza ha nuovamente bisogno di avere nella propria rosa non un portiere ma bensì una vera e propria saracinesca. “Mi sento cosentino a tutti gli effetti tant’è che sto imparando il dialetto. Dal punto di vista professionale, non ho nessun problema a rimanere qui, in questa città sto troppo bene”. Chiusura col botto per il portierone ciciaro. “Chi non salta è giallorosso!” . (Stefano Sicilia)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it