Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, traguardo storico. Ecco tutti i doppi salti dalla D alla C2

Cosenza, traguardo storico. Ecco tutti i doppi salti dalla D alla C2

Il Cosenza è la decima squadra che è riuscita a compiere il doppio salto. Nessuno, invece, è riuscito nel triplo. Al Cosenza il compito di sfatare anche questo tabù.

9_-_lo_spettacolo_offerto_dalla_tribuna_b

La splendida coreografia della tribuna B

E’ stato difficile, non impossibile il doppio salto di categoria, perché, è anche di questo che parleremo, secondo noi il Cosenza visto ed ammirato in questa splendida cavalcata ha dimostrato la sua essenza di squadra vincente. Nei nostri occhi, nel nostro orgoglio dell’essere un tutt’uno con i colori rossoblu, sono ancora vive e presenti le emozioni di una domenica speciale vissuta sul filo dei ricordi, specie per noi, che seguiamo il Cosenza ininterrottamente dal 1963: l’esaltazione sportiva del presente e la speranza di un futuro radioso dopo tanto penare. Il Cosenza è rinato, dunque, nelle serpentine e nei cross di Occhiuzzi, nelle chiusure attente di Parisi, nella fresca gioventù di Danti e De Rose , nella forza di Ambrosi, nella battuta a rete di Moschella, nella fantasia di Mortelliti e negli spunti irresistibili di Bernardi, nella diligenza e innata vocazione difensiva di Morelli, Chianello. Il Cosenza è rinato anche per una grande organizzazione societaria e per l’umiltà e la competenza di un uomo, mister Toscano, che anche da trainer, come da giocatore, giunge all’obiettivo in silenzio, lavorando sul campo e capace di gestire il gruppo e la piazza in modo equilibrato rispondendo agli scettici con le cifre e le statistiche da record. Ora, dopo il passato, si guarda al futuro, il Cosenza può sognare, con umiltà aggiungiamo noi, ma può sognare; la C1 è solo l’inizio, si dice, ma i campionati bisogna vincerli sul campo. Certo, con l’intelaiatura che la squadra ha, basterebbero pochi innesti per inserirsi ai vertici e puntare al salto triplo verso la B. Si tratterebbe dell’unico caso in Italia. A questo proposito, ricordiamo che negli ultimi campionati i doppi salti (ripetiamo, tripli non ce ne sono stati) di categoria hanno riguardato: Crotone (1996-1998); Sambenedettese, Martina e Paternò (2000-2002); Massese e Manfredonia (2003-2005); Gallipoli (2004-2005); Paganese e Sorrento (2005-2007). (Roberto Stancati)

Related posts