Tutte 728×90
Tutte 728×90

Toscano ammette: “Mi hanno cercato altri club”

Il tecnico non si nasconde: “Fa piacere che il lavoro fin qui svolto sia stato apprezzato anche da altri”. E dopo Allegri andrà a far visita a Marino (Udinese) e Gasperini (Genoa): “Sono allenatori giovani e di prospettiva come me”.

mimmo_toscano_4

Il tecnico silano Mimmo Toscano (38)

“Un altro campionato è andato”. Così esordisce Mimmo Toscano (38) nel corso di Diretta Radio Sport su Rlb. Il tecnico definisce il match odierno “una sfida tra due squadre che avevano raggiunto meritatamente i rispettivi obiettivi”. Ma non è la gara contro il Pescina (terminata 1-1) a tenere banco. Toscano, evitando di parlare di quello che sarà il suo futuro, conferma l’interessamento di altri club. “Fa piacere – sottolinea – che ci siano società interessate al sottoscritto. Vuol dire che qualcosa di buono è stato fatto. Per ora mi godo questo momento e poi si vedrà”. Le vicende societarie tengono i tifosi col fiato sospeso. Toscano sull’argomento precisa. “Spero che tutto vada per il meglio visto che, quello costruito in questi due anni, è stato qualcosa di fantastico”. E a chi gli chiede quale sia il più grande rammarico di quest’anno non si nasconde e afferma. “La gara d’andata contro il Catanzaro. Volevo regalare ai tifosi una vittoria. Oggi posso dirlo. Non potevo chiedere di più ai ragazzi. Se entravo quel tiro di Polani staremmo a parlare dell’ennesima perla regalata da questa squadra ai propri tifosi”. Il Cosenza ha chiuso da solo in testa evitando un possibile aggancio del Gela. Sarebbe stata una beffa per i silani dopo una stagione intera da soli in cima. E Toscano, su questo argomento, ha cosa rispondere. “Credo che, a differenza delle inseguitrici, abbia vinto il gruppo. Ringrazio tutti i ragazzi per quello che sono riusciti a fare”. La scorsa settimana il tecnico è stato ospite di Allgeri, allenatore del Cagliari, e nelle prossime andrà a far visita a Marino (Udinese) e Gasperini (Genoa). “Ci siamo sentiti. Nel caso in cui le loro squadre lottino ancora per qualcosa di importante andrò a trovarli. In caso contrario eviterò visto che in questo finale di stagione, dopo tanti allenamenti duri, si preferisce cambiare allenamenti evitando di caricare troppo. Comunque sono già d’accordo con Marino che andrò a trovarlo a Catania”. Ma perché la scelta di questi tre allenatori. Toscano precisa. “Sono tecnici giovani e di prospettiva come potrei esserlo io. Mi piace avere la possibilità di studiare da chi è riuscito ad arrivare in alto. Purtroppo, in questi anni, non ho mai potuto studiare da vicino qualche tecnico di livello superiore. Credo che sia arrivato il momento di farlo. E questi tre allenatori, al momento, stanno facendo grandi cose in serie A”. Chiusura dedicata a quello che rimarrà impresso all’allenatore reggino della festa di quest’anno. “Ma sicuramente l’abbraccio del San Vito di domenica scorsa. Confido che, quando ho fatto il giro di campo, ho toccato con mano l’affetto dei tifosi nei confronti del Toscano uomo più che dell’allenatore. E questo è stato un grande gesto”. Un gesto che potrebbe far propendere verso la riconferma per la prossima stagione. (Piero Bria)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it