Tutte 728×90
Tutte 728×90

Lega Pro: proposta shock di Spezzaferri: “Giochiamo alle 11 del mattino”

Lega Pro: proposta shock di Spezzaferri: “Giochiamo alle 11 del mattino”

L’attuale presidente dell’Aversa Normanna, durante il Consiglio Federale, ha proposto di cambiare l’orario di inizio delle gare di LP1 e LP2.

spezzaferri2

Il presidente dell’Aversa, Spezzaferri

A tutto c’è un limite. Capiamo bene che i presidenti delle piccole realtà vogliano contrastare l’onnipotenza dei grandi club. Ma arrivare a proporre di giocare alle ore 11, o peggio ancora alle 12, una partita di calcio sembra assurdo. E invece, si è parlato proprio di questo il 26 maggio scorso. A Firenze si è riunita, presso la sede della Lega Pro, la Consulta dei Presidenti. Si tratta, come noto, di un organismo interno voluto dal presidente Mario Macalli per elaborare strategie capaci di dare slancio ad una categoria che ha voglia di riemergere dalle sabbie mobili. Durante l’assemblea (assente il presidente Macalli, sostituito da Massimo Radici) erano presenti Spezzaferri (Aversa Normannna), Mazza (Carpendolo), Fogliazza (Cremonese), Tuccio (Gela), Sottovia (Padova), Trapani (Paganese) e Omodeo (Valenzana). Quattro i punti all’ordine del giorno: spostamento dell’inizio dei campionati al 23 agosto e della Coppa Italia al 9 agosto; abolizione, a partire dal prossimo torneo, della fideiussione di 207mila euro (ma solo un versamento di 70mila euro alla Cooperativa Fidi); accordo con l’A.I.C. sul numero di under 23 in rosa (otto per la Prima Divisione e dieci per la Seconda); direttiva relativa agli impianti sportivi e conseguente istituzione della Tessera del Tifoso. A questi punti, affrontati ampiamente da cosenzachannel.it nei mesi scorsi, è andato ad aggiungersi un quinto. Ossia la richiesta formulata dal presidente dell’Aversa, Spezzaferri, di anticipare l’orario di inizio delle partite fissandolo in un arco di tempo compreso tra le 11 e le 12 della domenica. “Ho avanzato questa richiesta – ha sottolineato Spezzaferri – in quanto la maggior parte dei tifosi segue le partite delle squadre di serie A su Sky e Premium. Nessun contributo arriva alla Lega Pro da parte loro nonostante gli incassi diminuiti per la minore affluenza di pubblico allo stadio. Così facendo i tifosi potranno seguire le gesta della squadra della propria città e poi tornare a casa a vedere le partite in televisione. Invito i colleghi presidenti della Lega Pro ad inviarmi fax o mail in cui si dicono d’accordo o meno alla mia proposta, in modo da sollecitare chi di competenza a prendere una decisione in merito”. Secondo alcuni sembra che la richiesta sia stata accolta favorevolmente dai presenti (soprattutto da Radici che sostituiva il presidente Macalli). Roba da non credere. (co.ch.)

Related posts