Tutte 728×90
Tutte 728×90

Salita della Sila, ora ci siamo

Salita della Sila, ora ci siamo

E’ tutto pronto per la XXIII edizione della Salita della Sila. L’organizzazione auspica una buona riuscita della kermesse di questo fine settimana, dati i presupposti molto favorevoli.

percorsoLa scuderia della Cosenza Corse e l’Automobil Club di Cosenza hanno lavorato, in stretta collaborazione con la Provincia di Cosenza, per mettere in sicurezza il percorso che vedrà protagonisti 121 piloti. Hanno ottenuto, inoltre, le necessarie autorizzazioni, sia dall’Ente Parco Nazionale della Sila che dalla Commissione di vigilanza prefettizia, per rendere ufficiale questo evento. Venerdì 29 maggio, a partire dalle ore 15:00, si terranno le verifiche sportive e tecniche delle vetture da corsa che prenderanno parte alla manifestazione sportiva. Sabato 30, invece, ci saranno, sul circuito, le prove ufficiali, sin dalle ore 10:00. Infine, nella giornata di domenica, gli spettatori potranno assistere alla vera e propria gara, a partire dalle ore 10:30; nel pomeriggio, le premiazioni avranno luogo presso la Presidenza della Provincia, sita in piazza Prefettura a Cosenza, alle ore 16:00, alla presenza di Gerardo Mario Oliverio, del vice presidente della Csai, Mario Colelli e di altre personalità illustri nel campo dell’automobilismo di montagna. Nella località silana di Cone d’Aria (Celico) la sorveglianza, durante la gara, sarà garantita da 120 commissari di percorso, facenti capo, la maggior parte, all’Aug (Associazione Commissari di Percorso) di Cosenza, ma accorsi anche numerosi da Lamezia Terme, Taranto e Messina per allestire il percorso di tutto punto. La più sentita delle cronoscalate della nostra provincia sarà aperta, nella giornata di domenica, dalla sfilata dei veicoli industriali di Scanbruzia di Rende. La gara di quest’anno, valevole per il Tivm (Trofeo Italiano Velocità Montagna), vedrà esibirsi, sul tracciato silano, le vetture appartenenti alla categoria Formula. Tra i nomi illustri dell’ambiente delle salite ricordiamo i fratelli Carlo ed Emilio Scola, il reggino Antonino Iaria, il quale ha vinto la Salita della Sila lo scorso anno e l’avvocato Franz Caruso, componente della Cosenza Corse. E ancora Domenico Polizzi, Ivan Batacchi, Antonio Paone e Dario Gentile.  (pam. fra.) 

Related posts