Tutte 728×90
Tutte 728×90

Acsi: Nel big match la Marca liquida la Prestige e blinda il primato

Acsi: Nel big match la Marca liquida la Prestige e blinda il primato

Partita combattuta e decisa dagli episodi. Il team di Marigliano supera gli avversari storici grazie alla rete di un superbo Nervino e al raddoppio di Vallone. Il team di Rossi ha disputato un’ottima gara ma i neroazzurri meritano un primato costruito con una grande stagione.

marcagruppoEra la partita più attesa dell’anno. Sicuramente quella fra le due squadre più forti in una stagione equilibrata ed indecisa fino all’ultimo giro di orologio. Marca e Prestige hanno dato vita ad un gran match ma gli uomini di Marigliano, con la concretezza e la voglia di vincere dimostrata durante tutto l’arco della stagione hanno strappato un due a zero che vale il primato matematico nella regular season in attesa dei play off. Eppure, il primo tempo è stato quasi tutto di marca Prestige. Dopo pochi minuti, infatti, il team di Rossi ha sprecato una ghiotta occasione con Pulicicchio lasciato libero di calciare contro uno strepitoso Libero, impeccabile nella deviazione in corner. Poco dopo invece era Liguori a reclamare un rigore per atterramento in area neroazzurra. La Marca ha sofferto per buona parte della prima frazione ma a risolvere i problemi ci ha pensato Nervino, bravissimo nel trovare la deviazione vincente di testa su preciso cross di Tartaro. Nella ripresa, gli uomini di Marigliano sono rientrati in campo forti del vantaggio e le occasioni non sono mancate da entrambe le parti. Musacco per tre volte non ha trovato la rete del raddoppio. A fare il bis però ci ha pensato Vallone, che dopo aver saltato Marano ha trafitto l’incolpevole Blasi. La punta neroazzurra, partita dalla panchina, prima del match aveva promesso il gol e non è mancato all’appuntamento regalando ai suoi la vittoria e la matematica certezza di un primato assolutamente meritato. I neroazzurri al termine del match hanno dedicato la vittoria a mister Marigliano che compie gli anni e al bomber Catalano, ex di turno. La Prestige, tutto sommato, non ha demeritato, esprimendo una grande organizzazione di gioco e cadendo sotto i colpi di una Marca che ha saputo soffrire ed è stata brava a capitalizzare in maniera cinica le occasioni create. I giochi in vetta sono ormai chiusi e non resta che attendere lo sviluppo delle ultime due giornate di campionato. Un dato però è certo. Le due formazioni che si sono affrontate ieri, sono indubbiamente le meglio attrezzate del torneo, e con molta probabilità si ritroveranno al termine dei play off a giocarsi la finalissima. Agli uomini di Rossi la possibilità di rifarsi, ai Margliano’s boys una chance per confermare che quest’anno la Marca è la formazione che merita lo scettro di campione del torneo Acsi. (Francesco Palermo)

Related posts