Tutte 728×90
Tutte 728×90

Sannino: “Capitai a Cosenza nel momento sbagliato”

Sannino: “Capitai a Cosenza nel momento sbagliato”

L’allenatore del Varese, ex FC ai tempi delle due squadre, ricorda comunque il fermento della piazza rossoblù e spera: “Vorrei vedere tanta gente allo stadio”.

sannino

Giuseppe Sannino, tecnico del Varese

In molti descrivono Giuseppe Sannino come un duro, ma lui è soltanto una persona che vive di calcio. Il tecnico del Varese vanta diverse promozioni all’attivo e tra le città che ha girato, c’è anche Cosenza. “Purtroppo capitai nel posto sbagliato nel momento sbagliato. Avrei voluto giocarmi le mie chance in maniera diversa, ma in quel periodo lì non fu possibile nonostante sono certo di aver dimostrato la mia professionalità”. L’allenatore si dimise dall’incarico dell’FC e fu sostituito da Modica. “Era l’anno delle due squadre e in riva al Crati non si parlava che della rivalità e del futuro che ci sarebbe stato. Io ho comunque apprezzato la verve della piazza e la passione che i tifosi dimostravano di avere, seppur in aperta contestazione con il dualismo che si era venuto a creare. Per me fu l’occasione di occupare una panchina di uno stadio importante e di una città così blasonata”. Con il Varese ha vinto il girone A all’ultima giornata, fattore che potrebbe incidere sull’esito del match di domenica. “A mio avviso potrebbe sortire invece anche l’effetto contrario, magari qualcuno si sentirà appagato o avrà le pile scariche. Comunque sia, credo che le motivazioni giuste vadano ricercate nel poter calcare il terreno del San Vito che spero sia gremito di gente. La fama della squadra del mio amico Mimmo Toscano, poi, è quella di una grande. Ci sarà tanto spettacolo”. Battuta finale sul proprio undici e sul suo futuro: “Abbiamo messo tanti giovani in vetrina, almeno quattro o cinque sono destinati a palcoscenici prestigiosi. Per quanto mi riguarda mi prenderò una decina di giorni di pausa e poi deciderò il da farsi. Di solito dopo aver vinto un campionato ho sempre cambiato aria, ma a Varese sto bene”.  (c.c.)   

Related posts