Tutte 728×90
Tutte 728×90

Squash: il Liceo scientifico Scorza di Cosenza è vice campione d’ Italia nella categoria juniores

Squash: il Liceo scientifico Scorza di Cosenza è vice campione d’ Italia nella categoria juniores

Si sono svolte nello scorso week-end a Riccione le fasi finali nazionali dei Giochi Sportivi Studenteschi per l’anno 2009 presso il Centro Federale FIGS.

07_podioIl clima estivo e la riviera romagnola, già pronta per la bella stagione, hanno fatto da cornice all’appuntamento sportivo dedicato alle scuole che hanno scelto lo squash per confrontarsi anche in ambito sportivo. Alla fase nazionale, hanno avuto accesso, le scuole classificatesi nelle eliminatorie provinciali. Per la provincia di Cosenza, si sono pertanto recati a Riccione: gli alunni dell’Istituto Tecnico per Geometra “Majorana” di Castrolibero, del Liceo Scientifico “Pitagora” di Rende accompagnati dal Prof. Sergio Gravina, del Liceo Scientifico “Scorza” di Cosenza accompagnati dal Prof. Giulio Cundari, dell’IPSAR “Mancini” di Cosenza accompagnati dal Prof. Roberto Rizzuti e del Liceo Classico “G. Da Fiore” di Rende accompagnata dalla Sig.ra Ines Falbo. Il gruppo, composto dai 21 alunni è stata accompagnato dal Delegato Regionale FIGS Calabria Massimiliano Manna e da Raphael Correio Ribeira dell’ASD Squash Scorpion di Rende. Gli istituti scolastici cosentini, hanno partecipato sia alle competizioni a squadre svoltesi nella giornata di sabato 23 che a quelle individuali svoltesi nella mattinata di domenica, completando quindi il percorso sportivo avviato nei mesi scorsi. Tra gli altri istituti scolastici partecipanti si citano il “Volta” di Riccione, “Corradini Schio” di Vicenza, “San Vincenzo” di Bologna, l’Istituto “Pascoli” di Riccione, la scuola “Piovene” e la “Cogollo” di Vicenza. La manifestazione si è svolta in piena armonia. Gli alunni partecipanti, pur non essendo tesserati agonisti, si sono scontrati con concorrenti di pari livello tecnico, all’insegna del fair play e della sportività reciproca. Non sono mancati, durante gli incontri, cori di incitamento a sostegno delle diverse squadre che successivamente, nella serata di sabato, hanno condiviso la cena nell’hotel nei pressi del lungomare di Riccione. Dal punto di vista competitivo, i migliori piazzamenti degli alunni calabresi, si sono avute nel gioco di squadra, in cui ogni concorrente ha potuto dare il proprio contributo di “punti” per determinare la squadra vincente. Sono saliti sul podio gli alunni del Liceo Scientifico “Scorza” di Cosenza, sostenuti dal Prof. Giulio Cundari. Giuseppe Canonaco, Armando Gallo, Francisco Spadafora, Francesco Maria Ferraro e Mario Francesco Iannace, hanno conquistato il 2° posto nazionale nella categoria Juniores Maschile a squadre. Al 3° posto nazionale nella categoria Allievi Maschili, si sono classificati anche gli alunni del Liceo Scientifico “Pitagora” di Rende: Natale Crocco, Vincenzo Crivaro, Stefano Volpe e Luca Scarcello hanno fatto esultare il Prof. Sergio Gravina regalando forti emozioni. Quarto posto nazionale per la squadra allievi femminile dell’Ipsar “Mancini” composta da Isabel Massaro e Antonella Abate. Analogo quarto posto nazionale per la squadra juniores femminile del Liceo Scientifico “Scorza” composta da Federica Napoli, Alessia Esposito, Cristina Genovese e Maria Giulia Longo. Sesto posto nazionale per la squadra dell’Istituto Tecnico per Geometra “Majorana” composta da Francesco Molinaro, Raffaele Minardi, Ernesto Sicilia e Piersante Gelmo. Dal punto di vista individuale, si registrano: nella categoria juniores maschile il quarto posto di Francisco Spadafora  ed il sesto posto di Armando Gallo del Liceo Scientifico “Scorza” di Cosenza; nella categoria juniores femminile il quarto posto di Maria Concetta Decimo ed il quinto posto di Alessia Esposito del Liceo “Scorza” di Cosenza; il quarto posto (cat. allievi femminili) di Isabel Massaro ed il sesto posto di Giuseppe Baldino (cat. allievi maschili) dell’IPSAR “Mancini” di Cosenza, il settimo posto (cat. allievi maschili) di Natale Crocco del “Pitagora” di Rende. L’importante torneo ha dato modo agli insegnanti presenti, di valutare il livello complessivo di gioco, al fine di poter impostare al meglio l’organizzazione delle attività scolastiche e sportive per la prossima edizione e poter aspirare a risultati migliori in ambito nazionale. In competizioni di questo tipo, tutti gli attori traggono dei benefici: il mondo sportivo, reperisce nella scuola i futuri campioni; gli istituti scolastici, ottengono una buona visibilità in ambito sia locale che nazionale; infine agli alunni, hanno la possibilità di partecipare ad importanti momenti di confronto in un ambiente sano e sportivo in cui poter fare amicizia con coetanei di diverse regioni e competere con gli stessi. Lo sanno bene le scuole del centro-nord che da anni, sebbene in assenza di strutture sportive di proprietà, dedicano tempo e risorse a questo progetto di crescita. Anche gli istituti del sud, hanno iniziato ad affacciarsi su questi scenari, con la caparbietà tipica di chi non vuol restare escluso dalla competizione, ma, per raggiungere i buoni risultati, è necessario impegnarsi e fare sinergia tra tutte forze disponibili ognuna per le rispettive competenze. L’appuntamento è quindi per la prossima edizione dei Giochi Sportivi Studenteschi 2010 di Squash, sognando ad occhi aperti l’inserimento dello squash come gioco olimpico.  (c.c.)

Related posts