Tutte 728×90
Tutte 728×90

Play-off e play-out di LP2-C: pareggi per Catanzaro e Gela, Vibonese ok

Play-off e play-out di LP2-C: pareggi per Catanzaro e Gela, Vibonese ok

Terminano sullo zero a zero gli incontri Andria-Gela e Pescina-Catanzaro. Alle squadra di Cosco e Provenza basterà un pareggio al ritorno per accedere alla finale. Il Manfredonia ipoteca la permanenza il LP2 grazie al 3 a 0 rifilato all’ Isola Liri. La Vibonese, fra le mura amiche, supera la Val di Sangro grazie al gol di Taua.

gol_gela_gelacalcio.itAspettando il Cosenza, impegnato questa sera alle ore 20,30 contro il Varese in Supercoppa diamo una sguardo ai play-off e ai play-out di Seconda Divisione girone C. Gela e Catanzaro, impegnate fuori casa rispettivamente contro Andria e Pescina, tornano a casa con un prezioso pari. Alle formazioni di Cosco e Provenza, basterà un pareggio fra le mura amiche per giocarsi la finale e la promozione in Lega Pro 1. Nei play out invece, grande prestazione del Manfredonia che ipoteca la permanenza grazie alle due reti di Romano e al gol sullo scadere di Pirrone. Un 3 a 0 fuori casa inatteso che condanna una Isola Liri incapace di far male alla difesa ospite. La Vibonese, impegnata in casa contro la Val di Sangro, raccoglie un successo importante e meritato. Di Taua la rete che permette alla compagine di Galfano di giocarsi con più tranquillità la salvezza fra sette giorni. 

Play-off
ANDRIA-GELA
: (0-0)
Partita equilibrata con le due squadre che manovrano a centrocampo alla ricerca degli spazi giusti per poter andare in rete. Meglio l’Andria che sta provando a trovare la rete del vantaggio. Dopo il terzo rigore negato ai pugliesi si accendono gli animi in campo e l’arbitro è costretto a fare gli straordinari per mantenere la calma. Termina la prima frazione di gioco. Gela vicino al Vantaggio con Franciel. I pugliesi rispondono con una traversa colpita da Goisis e un salvataggio di Cecere sulla linea dopo una conclusione di Cavaliere. Secondo tempo iniziato con i due schieramenti invariati. Al 12′ della ripresa padroni di casa vicini alla rete del vantaggio con Ricci che disegna una parabola su punizione destinata all’incrocio. E’ strepitoso Cecere nella deviazione. In campo c’è solo la squadra pugliese che sta provando ripetutamente ad impensierire la difesa siciliana. Grande prestazione di Cecere che sta salvando la porta del Gela. Al 60′ però l’estremo difensore è costretto ad abbandonare il terreno di gioco a causa di infortunio ed un minuto dopo l’Andria va vicinissimo al vantaggio con una conclusione deviata in corner del bomber Mastrolilli. Continua il pressing dei pugliesi ma Ferla, subentrato a Cecere, sembra insuperabile. Negli ultimi dieci minuti di gioco si esaurisce la spinta dei pugliesi ed il match termina sullo 0 a 0. Buon risultato per la squadra ci Cosco giunta ad Andria per non subire gol. Nel ritorno al Gela basterà un pareggio fra le mura amiche.

PESCINA-CATANZARO: (0-0)
Partita iniziata da 2 minuti con il Catanzaro subito in avanti per provare a mettere in difficoltà i padroni di casa. Partita equilibrata con le due squadre che sono più attente a non subire che ad attaccare. Termina un primo tempo tutto sommato equilibrato e povero di occasioni da gol. Nella ripresa si assiste allo stesso copione della prima frazione. Le due squadra non riescono a trovare gli spazi giusti per andare a rete e la partita scivola via senza particolari emozioni. La partita termina sullo zero a zero e al Catanzaro basterà un pari fra sette giorni per giocarsi la finale dei play off.

Play-out
ISOLA LIRI-MANFREDONIA: (0-3)
Match iniziato sotto il segno del Manfredonia che al 6′ sfiora la rete del vantaggio con un destro a giro da fuori area di Sifonetti. La sua conclusione termina di poco alta sulla traversa. Al 28′ vantaggio degli ospiti che con Romano trovano un’importantissima rete fuori casa. Gol meritato per il Manfredonia che finora ha giocato meglio dell’Isola Liri. A due minuti dal termine della prima frazione, l’arbitro annulla a Sannibale la rete del pareggio per sospetta posizione di fuorigioco. Partita ripresa con il Manfredonia che amministra il vantaggio ed è pronto a colpire con il duo d’attacco Romano-Sifonetti. Al 20′ della ripresa il Manfredonia trova il raddoppio ancora grazie a Romano. La partita scivola via senza occasioni pericolose. I padroni di casa sembrano incapaci di reagire contro uan formazione che dopo il raddoppio sta gestendo la partita senza particolari affanni. Prima del triplice fischio finale arriva anche la rete del 3 a 0 firmata dal centrocampista Pirrone che è il più lesto a deviare la palla in rete da posizione ravvicinata. Con il risultato acquisito lontano dalle mura amiche, il Manfredonia è ad un passo dalla permanenza il Lega Pro 2.

VIBONESE-VAL DI SANGRO: (1-0)
Partita iniziata da 5 minuti e padroni di casa subito vicini al vantaggio con Taua che di testa sfiora il montante alto della porta avversaria. I match non si sblocca quando siamo arrivati al 30′ del primo tempo. La compagine di Galfano continua a pungere la difesa avversaria senza trovare però la via del gol. In pieno recupero Melis con una punizione colpisce l’incrocio dei pali della porta difesa da Ameltonis. Urlo strozzato in gola per i sostenitori di casa. Termina il primo tempo con un sostanziale predominio degli uomini di Galfano. Partita ripresa da cinque minuti con gli schieramente rimasti invariati. Brivido per gli ospiti dopo un rinvio errato di Ameltonis che colpisce Melis. La palla termina fuori di pochissimo. L’appuntamento con il gol però è solo rinviato perchè al 54′ Taua regala ai suoi il meritato vantaggio. La formazione di Galfano gestisce bene il vantaggio fino al triplice fischio finale che regala ai rossoblù una vittoria meritata.  (Francesco Palermo)

Related posts