Tutte 728×90
Tutte 728×90

Catanzaro, playoff ancora fatali. In finale Gela-Pescina, Vibonese e Manfredonia salve

Catanzaro, playoff ancora fatali. In finale Gela-Pescina, Vibonese e Manfredonia salve

I giallorossi cadono clamorosamente al “Ceravolo” contro il Pescina. E’ la quinta volta su cinque che le aquile capitolano negli spareggi promozione.

zaminga_uscatanzaro.net

Catanzaro sconfitto:sarà ancora Lega Pro 2

Il Catanzaro, chiamato per larghi tratti del campionato “la squadra degli invincibili” da parte dei propri tifosi, cade clamorosamente al “Ceravolo” dinanzi a circa 7mila tifosi. Dopo Benevento (due volte), Sora e Acireale tocca al Pescina dare una forte delusione alle aquile: è la quinta volta su cinque che i giallorossi escono malamente dai playoff di Seconda divisione. Pensare che la formazione di Provenza era passata in vantaggio all’18’ con Iannelli, ma al 25′ Bettini riequilibrava la partita. Agli abruzzesi però non bastava e il secondo tempo è stato avvincente come poche altri martch. Gli ospiti restano in dieci al 37′ per l’espulsione di Giordano, ma un minuto dopo i biancoverdi indovinano il gol della domenica: punizione da trenta metri di Piva e Mancinelli (un po’ colpevole sul gol) che guarda la palla entrare in rete. Cala il gelo sullo stadio. Il Pescina trova anche il 3-1 poco dopo con Bettini (per lui un’altra doppietta nel capoluogo calabrese dopo quella dello scorso anno) ed è inutile anche la rete di A. Montella a tempo scaduta. E’ un film già visto con un finale che è quello che ormai tutti ben conosciamo e che ogni si ripete… A Gela dura solo dodici minuti il sogno dell’Andria di espugnare il “Presti”. Al 31′ Cavaliere illude i pugliesi, ma Franciel al 43′ li riporta sulla terra. Cosco poi fa le barricate e va in finale. Si salvano, infine, il Manfredonia che dopo lo 0-3 dell’andata rispedisce tra i dilettanti l’Isola Liri sconfitta anche al ritorno per 2-0 con una doppietta di Romano. Riesce il miracolo alla Vibonese che espugna clamorosamente lo stadio “Monte Marcone” di Atessa. Rossoblù subito avanti con Di Franco al 2′. ll Val di Sangro pareggia all’87’ con Ruggiero, ma è tutto inutile perché Taua bissa il centro del “Razza” e al 92′ fa 2-1.  (c.c.)
I VERDETTI:
FINALE PLAYOFF: PESCINA-GELA
SALVE: MANFREDONIA E VIBONESE
RETROCEDONO: ISOLA LIRI E VAL DI SANGRO

Related posts