Tutte 728×90
Tutte 728×90

Lega Pro: Pistoiese, Braccialini choc “Non ci iscriviamo”

Lega Pro: Pistoiese, Braccialini choc “Non ci iscriviamo”

Il presidente toscano sottolinea: “Spero, che qualcuno sia disposto a rilevare la Pistoiese, perché altrimenti il prossimo anno, purtroppo, la nostra città non avrà una squadra di calcio”.

pistoiese_calcioCon una lettera aperta, pubblicata sul portale della Pistoiese, il patron arancione Massimiliano Braccialini ha annunciato la volontà di non iscrivere la squadra al prossimo campionato di Seconda Divisione. Braccialini, replicando a quanto scritto da un quotidiano locale, ricorda che “era stata comunicata la nostra intenzione di continuare, per amore ed obbligo, nel caso in cui non ci fossero acquirenti; oggi ci domandiamo che senso abbia, che un quotidiano cittadino in un momento così delicato inneschi una campagna di stampa contro la A.C. Pistoiese e la nostra famiglia, che senso abbia ripartire avendo già tutti, o quasi, contro, raccogliendo solo diffamazioni. Spero, che qualcuno sia disposto a rilevare la Pistoiese, perché altrimenti il prossimo anno, purtroppo, la nostra città non avrà una squadra di calcio in Lega Pro. In questi due anni, durante i quali il mondo ha subito e continua ad attraversare una crisi economica senza precedenti, se è incontestabile che abbiamo fallito a livello sportivo, è anche vero che abbiamo rispettato gli impegni presi e le scadenze, come può testimoniare la COVISOC che non ci ha mai penalizzati. E’ falso leggere che ho rinunciato ad offerte, perché non è pervenuta alcuna offerta. E’ falso leggere che il vero motivo del silenzio stampa erano i problemi economici, quando sono stati loro stessi i giocatori a non volerlo interrompere per rimanere concentrati sull’obiettivo da raggiungere. E’ falso leggere di giocatori senza casa quando gratuitamente soggiornavano in nostri appartamenti e sono stati spostati alcuni solo per esigenze tecniche. Comunichiamo, inoltre, che nel caso in cui la società non sarà rilevata, non fallirà in quanto lo stato attuale economico e patrimoniale è simile a quando l’abbiamo rilevata, con i normali debiti di gestione, che saranno comunque onorati nei termini di legge e coperti già in buona parte. Detto ciò: la A.C. Pistoiese S.p.A. non sarà iscritta al prossimo campionato; tutti i debiti saranno pagati secondo leggi vigenti; chi sia interessato a rilevare le quote in nostro possesso entro i termini utili per l’iscrizione al campionato si rivolga esclusivamente presso lo Studio Professionisti Associati al Dott. Edoardo Franceschi ed al Dott. Luca Iozzelli; nessun altro comunicato o intervista sarà rilasciato, se non per il passaggio del nostro pacchetto azionario”. La Pistoiese è solo un’altra società che si aggiunge ad una lista corposa di club sull’orlo del fallimento. Andando avanti di questo passo il rischio è di veder ridimensionato, e di molto, il calcio italiano. Come si comporterà la Lega Pro? (c.c.)

Related posts