Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Pescina segue il Cosenza in Prima Divisione. Crotone e Padova in serie B

Il Pescina segue il Cosenza in Prima Divisione. Crotone e Padova in serie B

Agli abruzzesi basta un pari a Gela (1-1). La squadra di Perrone accompagna il Cosenza in Prima Divisione dove approdano anche Como e Giualianova. Promosse in serie B Crotone e Padova che vincono in trasferta contro Benevento e Pro Patria.   

iannini_contro_giordano

Una fase di Gela-Pescina (gelacalcio.it)

Il Pescina accompagnerà il Cosenza in Prima Divisione. Basta un pareggio (1-1) per conquistare una promozione storica per il sodalizio abruzzese. In gol Bettini al 31′ e Franciel su rigore al 14’st. Fischi del pubblico siciliano per una squadra che, alla fine della regular season, si era piazzata al secondo posto. Per quanto riguarda gli altri gironi di Seconda Divisione fanno festa il Como e il Giulianova. In Prima Divisione festa grande per Crotone e Padova che hanno vinto in trasferta contro Benevento (0-1) e Pro Patria (1-2). Le due squadre vengono promosse in B. Ragion per cui il Cosenza, nella prossima stagione, non giocherà il derby contro i pitagorici.
CRONACA. Stadio esaurito. Presenti 4.500 spettatori per una sfida che vale la promozione in Prima Divisione. Presenti circa cinquanta supporter giunti dall’Abruzzo. Terreno di gioco in discrete condizioni. Cielo sereno e temperatura intorno ai 31°. Cosco conferma l’undici tipo. Perrone è costretto agli straordinari. A sorpresa il Pescina lascia Berra in panchina (match winner della gara di andata) per far posto a Rosamilia. Proprio quest’ultimo dopo 35 secondi si fa ammonire per fallo su Unniemi. Al 10′ Pescina pericoloso con Cecere costretto ad allontanare la minaccia con i pugni. All’11’ Franciel si libera al tiro ma calcia alto. E’ un Gela che non gioca bene ma ha grande voglia. Il Pescina contiene giocando di ripartenze. Al 30′ Bettini, dopo un monologo dei siciliani, prova la conclusione da lontano ma la sfera termina sul fondo. Al 31′ Franciel tira a colpo sicuro ma Bifulco devia in angolo. Sul capovolgimento di fronte Battini, lanciato da Giordano, solo davanti a Cecere lo beffa con un dolce pallonetto. Al 44′ De Angelis sfiora il 2-0 con un tiro che si stampa sul palo. Il Gela subito il gol non è riuscito a riprendersi. Da segnalare un rigore richiesto dai padroni di casa per un fallo su Alessandrì. L’arbitro ha lasciato proseguire.
RIPRESA. Gela che prova ad attaccare ma trovo un muro dinanzi a se. Il Pescina, forte del vantaggio, bada al sodo. Al 13′ rigore per il Gela per un fallo di mano in area abruzzese. Franciel dal dischetto non perdona. Il pari galvanizza i padroni di casa. Al 20′ Franciel, su cross di Unniemi, non inquadra la porta. E’ un forcing quello dei padroni di casa alla ricerca del gol promozione. Al 24′ ammonito Petitto per fallo su Iannini in mezzo al campo. Al 34’st Alessandrì va giù in area di rigore ma l’arbitro lascia proseguire. Per ilr esto nulla da segnalare se non tanta confusione da parte dei padroni di casa che finiscono la gara sotto una bordata di fischi. Festa grande per i quaranta tifosi del Pescina presenti al “Presti” per una promozione storica.

Queste le formazioni:
GELA-PESCINA 1-1 (0-1)
GELA (4-4-1-1): Cecere; Nigro, D’Aiello, Fernandez, Ambrosecchia; Gaeta, Iannini, Marinucci Palermo, Unniemi; Alessandrì, Franciel. A disp.: Ferla, P. Esposito, Staffolani, G. Esposito, Russo, Galluppi, Schiavon. All.: Cosco
PESCINA (4-4-1-1): Bifulco; Locatelli, Petitto, Blanchard, Piva; Cruciani, Giordano, De Angelis, Silvestri; Rosamilia, Bettini. A disp.: Merletti, Miale, Gentili, Pietrobattista, Censori, Laborragine, Berra. All.: Perrone
ARBITRO: Doveri di Roma
ASSISTENTI: Giallatini-Schenone (Del Giovane)
MARCATORI: 31′ Bettini (P); 14’st rig. Franciel (G)
NOTE: Stadio esaurito. Presenti 4.500 spettatori per una sfida che vale la promozione in Prima Divisione. Presenti circa cinquanta supporter giunti dall’Abruzzo. Terreno di gioco in discrete condizioni. Cielo sereno e temperatura intorno ai 31°. Ammoniti: Rosamilia, Petitto (P), Nigro (G); Espulsi: -; Angoli: 4-0; Recupero: 2′-5′

All’andata é finita così:
PESCINA-GELA 1-0
PESCINA: Bifulco, Locatelli, Piva, Petitto, Blanchard; Rosamilla (21’st Laboragine), Cruciani, De Angelis, Silvestri, Arcamone (31’st Berra), Bettini.
GELA: Cecere, Nigro, Ambrosecchia, D’Aiello, Fernandez; Gaeta (35’st Staffolani), Iannini, Marinucci Palermo, Unniemi (1’st Galuppi), Alessandrì (1’st Russo), Franciel.
ARBITRO: Guida di Torre Annunziata
MARCATORE: 32’pt Berra

*Per la promozione: il Gela deve vincere. Al Pescina basta il pareggio

La situazione negli altri gironi

PRIMA DIVISIONE
GIRONE A
: Pro Patria-Padova (and. 0-0) 1-2 34’st e 38’st Di Nardo (Pa); 43’st Urbano (Pp)
la Pro Patria può anche pareggiare, al Padova serve una vittoria
GIRONE B: Benevento-Crotone (and. 1-1) 0-1 Calil (C)
al Benevento basta il pareggio, il Crotone deve solo vincere per essere promosso
SECONDA DIVISIONE
GIRONE A: Alessandria-Como (and. 1-2) 0-2 43’st Kalambay 47′ Fofanà
l’Alessandria deve vincere, al Como basta il pareggio
GIRONE B: Giulianova-Prato (and. 0-1) 0-1 44’st Piantoni
il Giulianova può anche perdere con un gol di scarto, il Prato deve vincere con almeno due gol di scarto
GIRONE C: Gela-Pescina (and. 0-1) 1-1 31′ Bettini (P); 14’st rig. Franciel (G)
il Gela deve vincere, al Pescina basta un pareggio per essere promosso

Related posts