Tutte 728×90
Tutte 728×90

Ecco come sarebbe il Cosenza oggi

Ecco come sarebbe il Cosenza oggi

Per il ritiro al momento potrebbero partire soltanto una manciata di calciatori, ma da qui a breve arriveranno tanti giovani. Ecco l’analisi reparto pr reparto.  

bernardi_in_azione

Per Bernardi (23) ancora Cosenza

La rosa del Cosenza Calcio al momento è composta soltanto da una manciata di elementi, prevalentemente giovani, che aspettano di conoscere i loro nuovi compagni. Mirabelli ha inteso tagliare quasi tutti i protagonisti del doppio salto di categoria e sono di oggi le notizie dell’accordo di Emanuele Catania (28) al Potenza e della rescissione ufficiale di Errico Braca (33). La ragione è una soltanto: bisogna abbattare drasticamente i costi. Pertanto via chi percepiva un compenso importante e apertura massima all’arrivo di calciatori di belle speranze che oltre a ringiovanire la squadra, garantirebbero alle casse di viale Magna Grecia un premio di valorizzazione. Tra i pali il dopo-Ambrosi (36, sempre più verso Brindisi) si chiama Enrico Alfonso (21) che a Pisa non ha proprio conquistato le prime pagine dei giornali. E’ tornato dal prestito all’Hinterreggio Francesco De Luca (20), portirino di belle speranze che dovrebbe diventare il titolare della casacca numero 12. Al momento è da scartare l’ipotesi Giancarlo Petrocco (33) della Cavese, ma ugualmente serve un terzo pipelet. La difesa è il reparto che piange di più. Sono rimasti solo Luca Chianello (21) ed Alessandro Bernardi (23), poi il nulla. Con l’Inter è a buon punto la trattativa che vuole Andrea Mei (20) vestire il rossoblù, mentre per quanto riguarda Daniele Federici (21), serve battere la concorrenza di mezza serie B e non sarà facile farlo nelle condizioni attuali. Sandro Porchia (32) è lontano anni luce anche perché non ci sarebbero minimamente le argomentazioni per indurlo a scendere di categoria, decurtarsi lo stipendio e affidargli un progetto che mira ad una salvezza. A centrocampo molto dipende da che fine faranno Domenico Danti (20) e Francesco De Rose (22). Il primo è andato in vacanza dopo essersi messo in mostra con la rappresentativa di Lega Pro, il secondo ha dichiarato al nostro sito che in presenza di una proposta dalla B lascerà Cosenza. A rischiare molto è anche Raffaele Battisti (32) sul quale è piombato il Real Marcianise di Ammirata. Il mediano di Poggio Bustone ha un altro anno di contratto, ma se si riuscisse a chiudere in tempi brevi con Fabio Roselli (26), sarebbe dato il benservito anche a lui. Francesco Mortelliti (31) è quello più amareggiato dalla situazione. Il fantasista messinese vive di sfide e quando Mirabelli lo prese a Natale, gli garantì un futuro competitivo che ora non c’è più. Lo vuole il Brindisi che sogna di accoppiarlo a Riccardo Innocenti (36). Dall’Inter, però, potrebbe arrivare l’esterno Luca Siligardi (21). In avanti la situazione è questa: Enrico Polani (28) ha ancora due oneosi anni di contratto, il che rende difficile piazzarlo da qualche parte. Se il diggì dovesse riuscirci, qualcuno di importante potrebbe arrivare, ma sicuramente non sarà Alessandro Pellicori (27) per il quale vale grossomodo il discorso fato per Porchia. Con Fabio Ceccarelli (26) la trattativa è in stand-by perché si richiedono con insistenza garanzie economiche, mentre con il baby di Appiano Gentile, Aiman Napoli (20) si aspetta solo la fumata bianca.  (co. ch.)

Related posts