Cosenza Calcio

Allarme Ocse: calcio in crisi, rischio d’infiltrazioni criminali

Il calcio può essere vittima del suo fascino. E an­che del suo dilettantismo ma­nageriale. Per l’Oc­se, infatti, quello del pallone è “un mercato facile da penetrare”.

palloneL’allarme lo lancia l’Ocse, l’organizzazione per lo sviluppo economico: il calcio è a rischio dal punto di vista delle infiltrazioni criminali. Fanno gola i club. Per­ché se è vero che non hanno una reale redditività economica, è an­che vero che ga­rantiscono, a chi li acquista, una straordinaria visibilità e, so­prattutto, un agevole canale d’accesso all’establishment. Insomma, si può facilmente entrare in contatto, con la chiave del pallone, con gli uo­mini che contano, con il potere e utilizzare queste frequenta­zioni per fini poco leciti. Un aspetto critico su cui l’Ocse insiste è quello del rici­claggio. Il ragionamento del­l’organizzazione internaziona­le è semplice. La crisi finanzia­ria in cui versano molti club, può indurre i proprietari a li­berarsi dei debiti cedendo il controllo senza badare troppo all’odore e al colore dei soldi. Spiega l’Ocse: “Ci sono molti rischi che i club indebitati non facciano molte domande quando si presenta un nuovo investitore” . Si tratta, ovvia­mente, di valutazioni, di anali­si, ma non mancano i riferi­menti di cronaca. Il pallone appare come un mondo vulnerabile proprio per la sua grande popolarità che si trasforma in agevole accessi­bilità da parte di soggetti econo­mici che operano in maniera poco chiara. Per l’Oc­se, infatti, quello del pallone è “un mercato facile da penetrare”, un terreno in cui proprio la contiguità di tanti soggetti facilita “l’opportunità di collusione fra mondo onesto e criminale” . Ma il problema più grosso, agli occhi dell’Oc­se, è rappresentato dalla debo­lezza delle regole e del mana­gement. Chi si vuole “infiltra­re” può approfittare della pre­senza di manager non sempre adeguatamente preparati che, per giunta, operano in un set­tore in cui scarseggiano i con­trolli. Sono queste condizioni che rendono le società delle “prede facili” per i male inten­zionati. Un invito, dunque, alla prudenza. Il calcio deve difen­dersi, proteggersi perché re­gala “uno status a cui molte persone vorrebbero essere as­sociate”.

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina