Tutte 728×90
Tutte 728×90

Gubinelli e Piro: “Noi, gioielli della Capitale”

Gubinelli e Piro: “Noi, gioielli della Capitale”

Prime parole da rossoblù per i due giovani della Tor Tre Teste fortemente voluti da Mirabelli. “Un’occasione da non perdere”. Per loro, alla prima nel calcio che conta, è il momento di ripagare la fiducia della società silana.

piro_e_gubinelli

I giovani Piro e Gubinelli

Si chiamano Fabio Gubinelli (19) e Daniele Piro (20), due dei giovani fortemente voluti ed acquistati da Massimiliano Mirabelli. I due, cresciuti e sbocciati calcisticamente nella storica fabbrica di talenti della Tor Tre Teste, sono stati presentati nella giornata di oggi insieme al resto della squadra. Mirabelli, come confermano i due centrocampisti, aveva chiuso la trattativa già da un mese con una operazione lampo messa a segno per evitare l’intromissione di altre società. E se il direttore ha tenuto per un po’ segreti i due colpi di mercato, un motivo c’è. Fabio Gubinelli è un centrocampista d’attacco, trequartista puro come conferma nelle sue prime parole da rossoblù. “Mi piace giocare fra la linea del centrocampo e quella d’attacco. Ho sempre interpretato questo ruolo e spero vivamente di poter giocare e dare una grossa mano ad una società storica come il Cosenza. Quando mi è stato proposto di firmare per i silani non ci ho pensato due volte, perché un salto di qualità e di categoria così importante non è cosa che capita tutti i giorni. Ora ho voglia di dimostrare il mio valore e di ripagare la fiducia di chi mi ha portato qui”. Di Gubinelli si dice un gran bene e pare che diverse società di serie A e della cadetteria, erano da tempo sulle tracce del trequartista. C’è anche chi a Roma, lo paragona ad un piccolo Totti in erba ma, il calciatore, preferisce evitare i paragoni. “Non vorrei mai scomodare il nome del “pupone”. E’ chiaro che per un calciatore di Roma che gioca nel mio ruolo, è facile fare un accostamento tale ma io ancora sono agli inizi e spero di partire con il piede giusto in rossoblù e di trovare spazio per dimostrare il mio valore ed esprimere i miei colpi migliori”. Insieme a Gubinelli, nel ritiro di Spoleto, partirà un altro suo compagno storico della Tor Tre Teste. Si tratta di Daniele Piro, esterno di centrocampo con il vizietto del gol. Anche lui è stato fortemente voluto da Mirabelli e per il giocatore, Cosenza, rappresenta l’occasione della carriera. “Non ci ho pensato su due volte quando si è profilata la possibilità di approdare in rossoblù. Sono già con la testa al ritiro e non vedo l’ora di iniziare”. Per il centrocampista, il passo dal terreno di gioco del Tor Tre Teste al San Vito è lungo ed importante ma il calciatore ha troppa voglia di dimostrare il suo valore. “So che sta iniziando una avventura importantissima. Spero di poter dare tanto al Cosenza e sono convinto che questa piazza sarà fondamentale per la mia crescita. Non ho paura e sono felice di intraprendere questa nuova avventura. E’ certo pero che, alla prima al San Vito, proverò emozioni forti. Noi avevamo un pubblico ma era composto più che altro dai nostri genitori e da qualche fedelissimo. Adesso sarò al cospetto di una tifoseria storica e di una piazza di primo livello. Sarà uno stimolo in più per dare il massimo con la maglia rossoblù”. (Francesco Palermo)

Related posts