Tutte 728×90
Tutte 728×90

Porchia: “Galardo non verrà”

Porchia: “Galardo non verrà”

Il difensore è l’elemento di maggior esperienza del gruppo. “Galardo? Credo che la trattativa non si sbloccherà. Lui è troppo importante per il club pitagorico”. 

porchia

Sandro Porchia al cinema Citrigno

Mimmo Toscano gli affiderà le chiavi della difesa, mentre lo spogliatoio molto probabilmente la fascia di capitano che fu di Aniello Parisi, uno che a Cosenza ha conquistato tre promozioni di fila. Mirabelli qualche tempo fa gli fece una promessa solenne. “Sì, mi disse che per arrivare in serie B, mi avrebbe ingaggiato. E’ stato di parola. Attenti però a non pronunciare troppo quella lettera”. Lo stopper di Vaccarizzo ci va con i piedi di piombo. “Dobbiamo conquistare dapprima la salvezza e poi vedere se c’è spazio per regalare al nostro pubblico altre soddisfazioni. Ma partire con la testa già proiettata tra i cadetti sarebbe un errore madornale. Io ho giocato in quel campionato e sono sceso di categoria è perché voglio tornarci con questa maglia addosso”. La preparazione atletica è iniziata e Porchia sa che questi giorni saranno condizionati dal caldo e dalle mille fatiche. “Abbiamo cominciato con il piede giusto e il ritiro ci servirà soprattuto per conoscerci caratterialmente e tecnicamente. Le fondamenta di una buona squadra si pongono proprio a luglio”. Il tecnico ha confessato di voler adottare un modulo differente da quello dell’ultimo biennio. La difesa a tre è intrigante e l’ex Grosseto dice la sua. “Quando giocavo a Crotone ci vinsi un campionato, vedremo se sarà compatibile con le caratteristiche dello spogliatoio”. A proposito di Crotone, la battuta finale è dedicata al suo amico Totò Galardo. “Non credo proprio che si muoverà dallo Ionio. So quanto sia importante per la società pitagorica e la sua volontà di venire a Cosenza potrebbe non bastare”. Speriamo naturalmente che il futuro capitano si sbagli.  (co.ch.)

Related posts