Tutte 728×90
Tutte 728×90

Qui Spoleto: anche la Nord ricorda Ettore

Qui Spoleto: anche la Nord ricorda Ettore

Gli ultras della Catena hanno voluto ricordare il tifoso scomparso come sarebbe piaciuto a lui: in trasferta. Settecento chilometri per appendere uno striscione.

tifosi_a_spoleto

La nord ha ricordato Ettore

Sono partiti la mattina presto da Cosenza per assistere all’esordio ufficiale della squadra. Settecento chilometri circa, per oltre sette ore d’auto, ma alla “prima” non si poteva rinunciare per tanti motivi. Al comunale di Spoleto erano presenti alcuni rappresentati della Curva Nord che, come da prassi, prima dell’inizio della partita hanno affisso i propri striscioni. Tifosi in lutto, che non hanno inneggiato con nessun coro a supporto della propria squadra. Qualche applauso sporadico durante le azioni più belle, ma niente incitamento. “Rompi il silenzio dei nostri cuori, Ettaruzzu lancia i tuoi cori” hanno scritto su di un drappo che ricordava l’ultras scoparso pochi giorni fa in cisrcostanze tragiche. Nel frattempo in città più di mille persone tra amici di curva, di vita e di strada lo hanno salutato per l’ultima volta presso la chiesa di Via de Rada. Occhi gonfi, facce tristi e mille domande hanno reso omaggio con un lungo applauso ad un ragazzo che come piaceva cantare a lui “è caduto e nessuno l’alzato…“. Per rispetto alla famiglia e per il dolore che la sua morte ha portato negli ambienti curvaioli, è stato annullato anche il raduno che doveva tenersi la settimana prossima a Rossano e al quale avrebbero partecipato diverse realtà dello stivale. Tornando a  Spoleto, in occasione del Memorial Marcello Pasquino, che si terrà domenica 26 luglio e acui la dirigenza silana ha conferamto l’adesione, è previsto un folto gruppo di tifosi. In serata, intorno alle 19,30, il gruppetto di supporter, una decina, ha ripreso la via di casa.  (d.m./c.c.)

tifosi_curva_norda_spoleto

Related posts