Tutte 728×90
Tutte 728×90

Toscano: “Siamo un cantiere aperto”

Toscano: “Siamo un cantiere aperto”

Il tecnico alla vigilia del debutto di Coppa Italia manda messaggi eloquenti: “La società sa quello che serve. Con i giocatori che ho a disposizione stiamo facendo il massimo”. E sulle ambizioni dei rossoblu: “Speriamo di essere competitivi e lottare alla pari con tutte”.

dsc_0118

Mimmo Toscano (38) spera nell’arrivo di due pedine importanti

Poche ore e potremo assistere al debutto del Cosenza contro una pari categoria. A Taranto, per il primo turno di Coppa Italia, i silani indosseranno il vestito da sera per capire se, stando così le cose, si può realmente pensare ad un campionato da protagonisti. Terminato il ritiro di Spoleto (la squadra in queste ore è in viaggio verso la Puglia) il tecnico, Mimmo Toscano (38), tira le somme. “Mi sono trovato a lavorare con un gruppo nuovo, con molti giovani, e il bilancio è sicuramente positivo. Certo, la situazione è in continua evoluzione. Direi che al momento siamo un cantiere aperto”. L’allenatore reggino non lo dice ma attende colpi dal mercato. In particolare un centrocampista ed un attaccante che possano dare al Cosenza quella brillantezza per cercare di pungere in avanti. “La società sa cosa serve – ha spiegato Toscano in un’intervista su Gazzetta del Sud – e si sta movendo per arrivare agli obiettivi prefissati. Ripeto, con i giocatori che ho avuto finora a disposizione stiamo facendo il massimo. Quando saranno perfezionati i sincronismi tattici, e non ci saranno più le conseguenze dei carichi di lavoro, si andrà ancora meglio”. Poi, a chi gli chiede di elencare luci ed ombre del ritiro umbro, Toscano dichiara. “Lasciamo stare le ombre, ho visto solo luci. Oltre all’impegno dei ragazzi durante gli allenamenti mi va di sottolineare che, durante le quattro amichevoli disputate, abbiamo subito tre gol ma nessuno su azione. Sono stati episodi sfortunati che possono capitare e che non inficiano la compattezza di questa squadra. Di sicuro c’è da migliorare negli ultimi sedici metri. Ma sono convinto che con l’impegno messo fino ad ora riusciremo a risolvere anche questo piccolo problema. La Prima Divisione è impegnativa e la maggior parte delle squadre è stata costretta ad anticipare la preparazione per farsi trovare pronta per l’inizio del torneo”. Chiusura dedicata alle ambizioni del Cosenza. “Nel girone B ci sono squadre forti e ambiziose. Speriamo di essere competitivi e lottare alla pari per qualcosa di importante”. (co.ch.)

Related posts