Tutte 728×90
Tutte 728×90

Toscano carico: “Voglio una squadra sfrontata che corra per 90 minuti”

Il tecnico del Cosenza ha parlato anche di mercato: “Voglio gente motivata. Prima di partire per Spoleto parlavamo dei nomi che si stanno facendo adesso. Gli obiettivi di cui sentivo parlare erano questi”.

toscano_09-10

Il “cannibale” se la ride dopo la vittoria straripante di Taranto

E’ un Mimmo Toscano (38) più carico che mai quello che si è presentato oggi in sala stampa. La squadra gli piace e non lo nasconde. “Io credo che non sia tutto oro quello che luccica – ha infatti esordito mister Toscano replicando a un cronista che paventava il pericolo di un’esaltazione collettiva e frettolosa per la vittoria a Taranto –. Abbiamo fatto una grande gara. Però è anche vero che nei primi 25 minuti tante cose non mi sono piaciute: ho avvertito nella squadra un po’ di timore reverenziale, forse per il pubblico di casa, forse per l’ambiente. Ero più preoccupato dopo i primi cinque minuti giocati in Coppa Italia con il Taranto che non per quelli disputati a Spoleto nell’amichevole con la Cisco Roma. In quel caso l’approccio alla partita mi era piaciuto. Se questa squadra ha fame, se ha voglia di correre, vi assicuro che darà fastidio a molte compagini”. Riguardo agli errori dei singoli e alle sbavature da correggere nonostante la vittoria, il tecnico rossoblù ha detto con sincerità: “Hanno sbagliato Porchia, Di Bari, Chianello. Ma in questo momento ciò che m’interessa di questa squadra fatta di giovani è che sia sfrontata, incosciente. Ecco, voglio vederli così: sfrontati ed incoscienti, non calcolatori”. E ancora: “Sì, la squadra rispetto allo scorso anno è cambiata, ma voglio che resti una caratteristica costante: la velocità”. Toscano ha sottolineato che durante il ritiro, viste le numerose assenze per infortunio, ha dovuto lavorare con un numero ridotto di uomini: “Piro, Gubinelli, Mortelliti, Di Bari, Scotto, si può dire che non li ho proprio visti – ha detto l’allenatore silano -. Inizio solo ora a vederli all’opera al Sanvitino. Non siamo affatto tanti, anzi, per i ritmi che dovremo sostenere, abbiamo necessità di essere numerosi”. Proprio su questo, il tecnico ha fatto notare come sia cambiato il tipo di preparazione: “Visto che abbiamo una squadra giovane, abbiamo cambiato qualcosa nel metodo di lavoro: al venerdì non posso fare calcio-tennis, pretendo che martedì le persone che la domenica hanno subìto scontri abbiano già recuperato”. Capitolo acquisti: “Ancora prima di partire per il ritiro parlavamo dei nomi che si stanno facendo adesso sui giornali. Gli obiettivi di cui sentivo parlare erano questi”. Poi Toscano ha posto l’accento sui programmi: “Sto cercando di dare le motivazioni giuste a tutto il gruppo, qui deve arrivare gente motivata. Dobbiamo lavorare tantissimo per i primi 25 minuti di gioco”. Dopo la conferenza il tecnico ha tenuto la squadra a rapporto negli spogliatoi. All’uscita grande applauso di circa duecento tifosi che da più di un’ora attendevano i calciatori, segno che l’amore per questa squadra cresce ogni giorno di più. (co.ch)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it