Tutte 728×90
Tutte 728×90

Porchia parla da capitano: “Spiego ai giovani il valore di questa maglia”

Porchia parla da capitano: “Spiego ai giovani il valore di questa maglia”

Il difensore del Cosenza, protagonista a Taranto del gol del pareggio, affronterà da ex il Grosseto (lunedì prossimo) nel secondo turno di Tim Cup: “Andiamo con la voglia di regalarci il Siena”.

porchia

Il capitano Sandro Porchia (32)

La sua cosentinità è sicuramente un valore aggiunto per quella fascia di capitano. Sandro Porchia (32) si è calato subito nel ruolo che il diggì Mirabelli ha voluto dargli. “Sto cercando di far capire ai più giovani – afferma – il valore di questa maglia. Sono molto orgoglioso di giocare per la squadra della mia città e insieme ai miei compagni siamo pronti a dare sempre il massimo per il Cosenza”. Alla prima apparizione ufficiale il primo gol e poi la corsa verso la panchina. “E’ stata un’emozione grandissima. Poi sono corso verso Felice (Arieta, ndr) ad abbracciarlo. Grande gioia”. Una gioia condita poi dalla prestazione della squadra. “Dopo i primi venticinque minuti siamo riusciti a venir fuori giocando una buona gara contro una squadra che è tra le candidate alla vittoria del campionato”. Ieri Toscano lamentava qualche disattenzione di troppo sul gol di Innocenti: “E’ colpa mia, è vero. Non ho capito bene dove sarebbe finita la palla. Sono errori che ad inizio stagione ci stanno ma spero, anzi mi impegnerò alla morte perchè non accada più”. Superato lo scoglio Taranto arriva il Grosseto. La squadra di Porchia fino a qualche settimana fa. Una sfida che sa di amarcord. “Incredibile – dice il capitano silano – appena due mesi  fa giocavo insieme a loro i playoff per la serie A e adesso me li ritrovo contro. Di una cosa sono certo, andremo anche in Toscana per vincere e regalarci la gara contro il Siena. Lo dobbiamo ai nostri tifosi”. Quei tifosi che ieri in tanti hanno applaudito al sanvitino Porchia e compagni. “Sono fantastici. Proprio per questo ai ragazzi più giovani dico sempre che bisognerà uscire dal campo con la maglia bagnata, solo così conquisteremo il rispetto di tutti”. Ultima battuta sul campionato. “Sono convinto che potremo dire la nostra. Ci batteremo da Lupi contro tutti. Abbiamo voglia di correre e vincere il più possibile. Poi vedremo cosa ne uscirà. Nel frattempo dobbiamo dare sempre il massimo. E vi assicuro che sarà così”. Parola di capitano. (Daniele Mari)

Related posts