Tutte 728×90
Tutte 728×90

Spal-Cosenza: beffa per i fuorisede. Sarà obbligatorio partire con il biglietto in tasca

Spal-Cosenza: beffa per i fuorisede. Sarà obbligatorio partire con il biglietto in tasca

Lungo il tragitto sono stati predisposti una serie di controlli da parte delle forze dell’ordine. Perplessità da parte dei tifosi sparsi per l’Italia che rischiano di non entrare nel settore ospiti. La Spal: “La questura ci impedisce di vendere i biglietti online”.

sotto_la_curva

Tifosi rossoblù festanti in trasferta

In trasferta col biglietto. Questo è il monito lanciato dalla società estense in vista del match Spal-Cosenza. Da Ferrara fanno sapere che non sarà possibile acquistare il tagliando d’ingresso del settore ospiti direttamente ai botteghini dello stadio “Paolo Mazza” e che non sarà assolutamente possibile raggiungere lo stadio se durante i normali controlli nel percorso si risulterà sprovvisti di tagliando d’ingresso. A chi si volesse mettere in viaggio verso l’Emilia, si ricorda che i biglietti possono essere  acquistati presso il “Cosenza Store” (stadio San Vito lato tribuna B) al prezzo di 12€ più i diritti di prevendita fino alle 19 di sabato 22 agosto. Le stesse modalità di acquisto si potrebbero riscontrare nelle prossime trasferte e onde evitare i soliti problemi ai varchi d’ingresso, è consigliabile arrivare presso gli impianti sportivi muniti del prezioso biglietto. Tutto questo però penalizza chi vorrebbe raggiungere Ferrara dal nord Italia. Studenti e lavoratori fuori sede aspettano di conoscere risposte concrete alle loro esigenze, anche perché non c’è altro modo di acquistare il tagliando se non allo Store. La societa biancazzurra ha spiegato così la faccenda. “Purtroppo non è la prima volta che accade. Noi abbiamo un danno economico ogni volta che c’è un incontro di calcio. Purtroppo la Questura di Ferrara non ci permette di vendere biglietti online. Siamo mortificati a dover rispondere picche ogni volta ai sostenitori delle altre squadre che vorrebbero venire al Mazza non dalla propria città ma dal resto del paese”.  (c.c.)

Related posts