Tutte 728×90
Tutte 728×90

Ceccarelli: “Ho voglia di stupire”

Ceccarelli: “Ho voglia di stupire”

L’attaccante romano sul possibile arrivare di un attaccante: “Il reparto è completo ma se la società lo ritiene opportuno ben venga un giocatore forte. La maggiore competizione deve essere uno stimolo per fare sempre meglio”.

ceccarelli_primo_piano1

L’attaccante Fabio Ceccarelli (26)

Ha voglia di dimostrare di essere da Cosenza e di poter raggiungere categorie ancor più prestigiose. Fabio Ceccarelli (26) ha le idee chiare. E lo sta dimostrando sin dal primo giorno di ritiro a Spoleto. L’ex Monopoli ha voglia di stupire così come è avvenuto nell’occasione del gol messo a segno con la maglia biancoverde l’anno scorso al San Vito. Per lui un inizio promettente con la maglia rossoblù ed un gol arrivato nella sfortunata trasferta di Tim Cup a Grosseto. “Credo di aver disputato un buon precampionato così come tutto il resto della squadra. Per quanto riguarda le mie condizioni posso dire che fino a Grosseto sono stato bene poi ha avuto qualche problemino (pare agli adduttori, ndr). Ma adesso sono pronto a rientrare e domenica spero di essere in campo”. Domenica, infatti, si inizia a fare sul serio. I silani saranno di scena a Ferrara contro la Spal. “Squadra che attua un 4-4-2 – sottolinea Ceccarelli – ed è formata da un buon collettivo. Ancora non abbiamo visionato la squadra emiliana in videocassetta ma lo faremo a breve per prepararci a dovere”. In vista dell’esordio in campionato questo il pensiero dell’attaccante romano sul Cosenza. “La squadra cresce a vista d’occhio. Toscano sta lavorando bene e si vede. Per quanto mi riguarda spero di poter ripagare appieno la fiducia dell’allenatore. Nel 3-4-3 mi trovo a meraviglia e non è vero che, come punta centrale, ci sia bisogno di un ariete. In quella posizione posso esprimermi bene pur non essendo possente fisicamente. Le mie doti sono altre ma si sposano con la filosofia di un modulo che, ne sono certo, ci darà molte soddisfazioni”. Chiusura dedicata al mercato. In arrivo un centrocampista e soprattutto un attaccante. Ceccarelli, però, non ne fa un dramma. “Il reparto è già ampio ma ben venga un giocatore forte. Se la società lo ritiene opportuno è giusto operare sul mercato. La maggiore competizione deve essere uno stimolo per fare sempre meglio”. (co.ch.)

Related posts